Moisander: «Colpito dal Derby e dai nostri tifosi. Obiettivi? Mostrare a tutti cosa so fare davvero»

© foto www.imagephotoagency.it

Ecco la seconda parte dell’intervista rilasciata ai microfoni di SampTV da Niklas Moisander. Il centrale finlandese, approdato a Genova nell’estate scorsa, ha avuto un inizio di stagione piuttosto difficile, ma ora è pronto a mostrare le sue qualità al suo nuovo pubblico, che sembra averlo segnato in un giorno speciale per questa città: «Il Derby è stata una delle più belle partite nella mia carriera. Ho giocato contro il Feyenoord quando ero all’Ajax, più o meno un derby simile a quello di Genova, ma l’atmosfera di Marassi era davvero incredibile e i nostri tifosi si sono fatti sentire tantissimo nonostante fossimo in trasferta. E’ stata un’esperienza fantastica e ho potuto constatare come questa gara sia molto sentita qui, sono stato davvero molto orgoglioso di averla potuta giocare e vincere. Sono rimasto colpito dai nostri tifosi – prosegue – e anche se i risultati non sono sempre stati positivi questa stagione loro ci hanno sempre supportato. Mi ricordo che una volta prima della partita hanno fermato il pullman per incitarci, vengono anche qui a Bogliasco quindi sono molto contento di loro. Non sono mai negativi, ci sostengono sempre, e questo è molto utile in una stagione difficile come questa».

Il numero 4 blucerchiato si sofferma poi sull’attuale situazione della squadra, analizzandone i problemi: «Siamo forti a livello individuale, ma spesso non siamo riusciti a giocare bene come squadra. Ora stiamo migliorando e spero che potremo fare un finale di stagione in crescendo, per poi partire subito bene il prossimo anno. E’ importante salvarsi il prima possibile e poi iniziare col piede giusto la prossima stagione».

Infine, quando si parla di obiettivi, Moisander ha le idee chiare: «A livello personale, vorrei giocare al massimo le prossime partite, ora che sto bene fisicamente. Vorrei mostrare a tutti cosa sa fare il vero Moisander, giocare ad alti livelli fino alla fine della stagione e spero che lo faccia anche il resto della squadra, perché ora stiamo giocando molto bene, siamo stati sfortunati nelle ultime partite ma ora abbiamo vinto e penso che debba essere un punto di partenza per continuare così fino alla fine. Questa è la cosa più importante – conclude – finire in maniera soddisfacente». 

Condividi
Articolo precedente
Il comunicato della società sui progetti per il Centro Sportivo “Mugnaini”
Prossimo articolo
Ferrara a Madrid con la sciarpa del Doria