Montella: «Gara risolta da un episodio discutibile. La situazione è brutta, ma…»

© foto www.imagephotoagency.it

Altra gara di campionato conclusa e altro risultato amaro per la Sampdoria, che torna a casa da Bologna senza punti. Sconfitti per 3-2 dai giocatori di Donadoni, i blucerchiati devono ora lavorare ancora più duramente per evitare di cadere sempre in basso.

Mister Montella lo sa bene, e vuole ripartire dagli aspetti positivi del secondo tempo per ritrovare la via della vittoria, ora importantissima per il destino della stagione: «Oggi ho visto due squadre diverse: nella prima frazione di gioco eravamo senza un atteggiamentoo adeguato, mentre dopo, paradossalmente quando il risultato era abbastanza compromesso, è uscito fuori un forte orgoglio, necessario per la classifica, e da lì ci sono state continuità di gioco e situazioni manovrate. Nel momento decisivo della gara, in cui noi eravamo messi meglio del Bologna sia a livello fisico sia a livello mentale, c’è stato putroppo un episodio discutibile, che ha risolto la partita in un altro senso. La squadra, oggi più che mai, non meritava la sconfitta e c’è nervosismo quando si perde in questo modo. Ne approfitto – ha proseguito l’allenatore ai microfoni della Raiper dire una cosa, e cioè che mi auguro che il signor Fabbri abbia la stessa personalità che ha dimostrato oggi anche nelle prossime partite, con squadre diverse».

Sul mercato, Vincenzo Montella vuole essere molto chiaro: «Putroppo c’è, ed è paradossale che termini proprio nel mezzo di due partite molto ravvicinate. Le cose, poi, cambiano o all’inizio o alla fine della sessione, e questo dice anche che è troppo lungo e dà fastidio. Ma bisogna abituarsi a questa realtà, senza crearsi alibi. Quagliarella? Vediamo domani che succede, c’è una possibilità che arrivi. Comunque abbiamo le idee molto chiare, io e la società, in modo che la squadra possa essere completata. La realtà dei fatti è che, però, fare tutto nell’ultimo giorno di mercato è difficile: se ci sarà la possibilità di realizzare le nostre idee, sarà meglio per tutti. In ogni caso, sono certo che usciremo da questa situazione: molto dipende da noi, e da quello che riusciremo a fare nelle prossime partite».

Condividi
Articolo precedente
Romei: «Arrabbiati per la gestione arbitrale: ci vuole equità»
Prossimo articolo
Donsah: «Il Mister può contare su di me, ma serve tutta la squadra»