Montella in conferenza stampa: «Battiamo la Lazio per archiviare la salvezza. Cassano non ci sarà»

© foto www.imagephotoagency.it

Puntuale come al solito, Vincenzo Montella si è presentato questo pomeriggio nella sala stampa del Mugnaini per presentare la partita di domani pomeriggio con la Lazio.

 

«La Lazio è una squadra con grandi giocatori – esordisce il mister blucerchiato -, costruita con ambizioni di Champions League: se guardiamo soltanto l’attacco, dovrà sedersi in panchina uno fra Keita, Candreva e Felipe Anderson. Nonostante le assenze sono una squadra competitiva, ma qualche punto debole lo hanno, come dimostra la classifica. Mi aspetto una squadra che cercherà di fare risultato attraverso il gioco, mentre noi dovremo mettere in campo la stessa intensità e lo stesso temperamento di Sassuolo».

– SU INZAGHI: «Simone, a differenza mia, ha avuto più possibilità di fare esperienza nel settore giovanile, e questo è sempre un vantaggio. Quando si subentra non è facile e dipende da com’è la situazione della squadra; credo che lui abbia la possibilità di allenare grandi calciatori, questa esperienza lo aiuterà a migliorare ancora di più».

UNA VITTORIA PER LA SALVEZZA: «Con questa partita in casa dobbiamo provare a chiudere il discorso-salvezza, abbiamo di certo un buon vantaggio sulle inseguitrici, cosa da non sottovalutare. Non dobbiamo farci prendere dall’ansia, sappiamo che ci manca ancora una vittoria per essere definitivamente fuori dalla zona calda e vogliamo coglierla domenica, davanti al nostro pubblico che ci ha sempre sostenuto. I giocatori hanno dato tanto in questo periodo in termini di concentrazione, quindi abbiamo bisogno e vogliamo chiudere definitivamente questo discorso».

INSIDIA CALENDARIO? «Non credo tanto a queste cose; certo, le tre partite dopo la Lazio sono difficili, ma sono partite che la Samp può vincere. Sono difficili queste quanto lo poteva essere quella con Udinese, non sono particolarmente preoccupato dal calendario. La Lazio? L’ho affrontata parecchie volte, anche con altre maglie, come a Firenze. Non c’è una competizione ulteriore per il mio passato romanista, mi focalizzo sul fatto che abbiamo bisogno di punti».

CAPITOLO ACCIACCATI: «Col Sassuolo abbiamo speso molte energie, perciò questa partita non sarà facile. Per quanto riguarda l’infermeria Cassano sarà ncora indisponibile, Moisander ha un problema che si porta dietro da un po’ e Alvarez stiamo cercando di recuperarlo. Mi aspetto molto comunque da chi giocherà, dobbiamo iniziare a trovare continuità di rendimento fra le partite in casa e quelle fuori. Muriel? Penso che nell’ultimo periodo sia cresciuto molto mentalmente, io cerco di lavorare con i singoli giocatori per migliorarli».

IL GIRONE DI RITORNO DELLA SAMP: «In quest’ultimo periodo la squadra è cresciuta molto in termini di consapevolezza e personalità. Mi sono riuscito a far capire dai calciatori: ho sempre detto che questa squadra avrebbe potuto lottare per traguardi importanti».

Condividi
Articolo precedente
La 35.a giornata al via: Frosinone – Palermo scontro caldissimo per la salvezza. Il Carpi…
Prossimo articolo
I convocati di Inzaghi per la Sampdoria