Montella: «Tornato qua per affetto. Muriel e Correa? Devono adattarsi»

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la sconfitta di ieri sera contro la Juventus, in cui la Sampdoria è rimasta per tutto il secondo tempo in partita e con possibilità di pareggiare, il tecnico Vincenzo Montella ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Anch’io Sport, partendo dai motivi del suo ritorno in blucerchiato: «Ho fatto una scelta ponderata e sono tornato per l’affetto che mi lega a questi colori. Ferrero mi ha convinto con entusiasmo, entrare in corsa è un’esperienza formativa che mi servirà».

Con la vittoria di ieri, la nona consecutiva, i bianconeri hanno raggiunto la seconda posizione e possono rientrare nella lotta scudetto: «Se lo vincesse il Napoli romperebbe la monotonia degli ultimi anni. La Juventus ha esperienza però: sarà un campionato avvincente fino alla fine. Gli azzurri hanno Gonzalo Higuain? Sì, ma la Juve ha Paulo Dybala.Mi assomiglia molto, soprattutto nelle movenze, vive per il gol ed è mancino come me».

Un’ultima battuta sul mercato e in particolare su due giocatori su cui la società ha investito molto e che, al momento, stanno rendendo al di sotto delle aspettative: «Luis Muriel e Joaquin Correa hanno un grande avvenire, ma devono adattarsi. C’è la volontà di migliorare la squadra con giocarori pronti – spiega l’ex viola – a prescindere dal fatto che siano giovani o no. Dobbiamo migliorare ancora in fase difensiva». 

Condividi
Articolo precedente
Oneto verso la Spagna: destinazione Real Oviedo
Prossimo articolo
Bogliasco – Ripresa a gruppi, Soriano tutto ok