Muriel amareggiato: «Primo tempo da dimenticare, dobbiamo assolutamente ritrovare la vittoria»

© foto www.imagephotoagency.it

Quello che si è visto oggi è il Luis Muriel al quale i tifosi della Sampdoria si sono ormai abituati: discontinuo, a tratti pasticcione, a volte, però, in grado di accendere la luce. Per oltre 55 minuti al Dall’Ara il colombiano ha sonnecchiato, soccombendo senza lottare alla verve agoniostica del suo marcatore diretto, Oikonomou.

 

Poi il guizzo vincente per il goal del momenteaneo 2-1, giocate in velocità, intesa in crescendo con Correa, accelerazioni brucianti. Davvero un peccato che Muriel, così come tutta la Samp, abbia deciso di giocare poco più di mezz’ora. Lo sa bene anche il numero 24 blucerchiato, che ha così analizzato la partita: «Quello che abbiamo fatto nei primi 45 minuti è da dimenticare – riporta Sampdoria.it -, però nella ripresa abbiamo giocato molto meglio, meritando di vincere questa partita. Sarebbe stato giusto che la pareggiassimo, quantomeno. Ci sono stati due episodi decisivi ed entrambi sono stati a nostro sfavore: il primo è la mancata espulsione di Gastaldello per un fallo su di me, il secondo è il calcio di rigore, che francamente non ho ancora capito ora. Ora abbiamo l’assoluta necessità di ritrovare la vittoria»

Condividi
Articolo precedente
Donsah: «Felice per il gol davanti ai miei tifosi»
Prossimo articolo
Verso Samp – Toro: ripresa immediata in vista dell’infrasettimanale