Muriel, la parete del campetto è piena: dopo la Sampdoria non c’è spazio

muriel sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Luis Muriel mostra il suo campetto di calcio: tutti gli stemmi delle sue squadre occupano la parete, ma dopo la Sampdoria non c’è più spazio

Luis Muriel pensava che la Sampdoria sarebbe rimasta l’ultima squadra di cui avrebbe vestito la casacca o almeno questo è quello che si può pensare guardando il muro del campetto di calcio che ha fatto costruire. La parete, in effetti, raffigura tutti gli stemmi più importanti della carriera del colombiano, c’è quello della sua nazionale, seguito da quello del Granada, del Lecce, dall’Udinese e della Sampdoria. Il logo blucerchiato, si trova proprio al termine del muro che delimita il campo non dando più spazio per poter aggiungere qualsiasi altro stemma. Il giocatore, ultimamente accostato a tante squadre, dal Barcellona allo Zenit, dall’Inter all’ultima della lista il Valencia, potrebbe diventare una pedina di mercato qualora arrivasse una squadra pronta a versare l’intera clausola rescissoria posta nel suo contratto. Per ora Muriel si gode le ferie con la famiglia, tra gite in barca e lezioni di equitazione: nessun pensiero al calciomercato e dopotutto sulla parete del suo campetto non ci sarebbe proprio spazio per aggiungere lo stemma di una ipotetica nuova squadra come si può vedere dal video caricato sulle sue Instagram Stories.

Il campo da calcio di Muriel: gli stemmi delle sue squadre

Muriel Instagram Stories
Condividi
Articolo precedente
Hellas Verona SampdoriaLa bellezza di un “10” brasiliano per la Sampdoria
Prossimo articolo
Sampdoria KownackiDawid Kownacki, l’identikit dell’attaccante pronto a sostituire Schick