Muriel: «Firmare per la Samp la scelta migliore. Giampaolo…»

muriel sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante blucerchiato Luis Muriel: «Firmare per la Sampdoria è stata la cosa migliore. Inter? Vedremo a fine stagione. Grazie a Giampaolo»

I due mesi di digiuno sono finalmente terminati e Luis Muriel da tre partite ha ripreso a segnare, seppur due dei tre gol segnati siano arrivati su rigore. Dribbla, corre, pressa e serve i compagni: è un giocatore rinato rispetto alle scorse stagioni in chiaroscuro. Il bomber colombiano non può che essere contento del suo momento di forma: «Sono felice per quello che sto vivendo, e spero di continuare così. Ho lavorato sodo per diversi mesi per mantenere la forma fisica migliore, e non cambierei per niente al mondo questo momento. Firmare per la Sampdoria – prosegue – è stata la scelta migliore e ora lo sto confermando». Se Muriel sta ottenendo questo rendimento, è anche grazie a mister Giampaolo: «L’arrivo del nuovo allenatore mi ha aiutato molto – ammette a “Kick Off” – ed è lui che mi ha permesso di raggiungere questo livello». Il numero 9 blucerchiato spende parole al miele anche per il ct della Nazionale colombiana Pekerman: «Posso solo ringraziare il “maestro”, perché pur non giocando per due mesi, lui mi aveva convocato e mi ha aspettato fino alla fine. Ora prevediamo di mantenere questo livello così da andare alla Coppa del Mondo in Russia nel 2018». L’ottimo rendimento fin qui ottenuto (11 gol e 7 assist in stagione) e il talento cristallino di cui dispone hanno attirato l’interesse di top club come l’Inter, rimanendo in ambito italiano: «Si è parlato molto di questa possibilità, ci sono diverse opzioni, ma ora voglio solo finire ben questo campionato e poi vedremo quel che succederà. E’ una delle opzioni che stanno capitando in questo momento – conclude Muriel – ma aspetterò fino alla fine per decidere».

Condividi
Articolo precedente
bogliasco sampdoriaBogliasco, ripresa anti-Cagliari: c’è Falcone, domani doppio
Prossimo articolo
cassanoCassano: «O Serie A o sto a casa. Con le pippe che ci sono…»