Muriel scatenato contro la Roma: sesto gol ai giallorossi

Muriel sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Luis Muriel torna al gol contro la sua vittima preferita: il colombiano ha segnato alla Roma con tre maglie differenti

Un personalissimo record da mostrare al mondo: Luis Muriel vs. Roma, è guerra. Dopo il gol decisivo nella partita di ieri – accompagnato comunque da un assist e mezzo sulle altre due marcature blucerchiate – il numero 9 della Samp può celebrare il ritorno alla gol, il settimo in questa Serie A. Ma soprattutto la Roma sembra esser nel suo destino: al di là del chiaccherato interesse giallorosso, il club capitolino è la vittima preferita nella carriera di Muriel. Il colombiano è andato a segno ben sei volte in 10 partite disputate contro la Roma con tre maglie diverse (Lecce, Udinese e appunto Samp): un ruolino pazzesco, che difficilmente ha dei precedenti.

DA SUD A NORD – Un’intesa iniziata nell’anno di Lecce, quando Muriel componeva la coppia d’attacco pugliese con David Di Michele. Nella gara dell’Adriatico, la squadra di Cosmi travolse l’ultima resistenza di Luis Enrique: una doppietta per parte, ma la seconda rete del colombiano fu un capolavoro.

Le cose non sono cambiate poi a Udine, dove i contrasti dell’attaccante con Guidolin non gli hanno impedito di lasciare comunque un segno: nel 2012-13 – stagione in doppia cifra – Muriel batte ancora il portiere della Roma, stavolta al “Friuli”.

Il feeling contro i giallorossi non se ne va neanche in maglia Samp: una sua stupenda fuga chiude la trasferta del 2014-15 con il 2-0 e la consapevolezza che quando è in giornata è in afferrabile.

A questi gol, si aggiungono quelli di quest’anno: uno all’andata, un altro al ritorno. Sarebbero stati sette se non fosse stato per il palo colto in Coppa Italia dopo tre minuti di gioco. Insomma, con la Roma Muriel vedere (giallo)rosso. E ieri è stato di nuovo decisivo contro la sua vittima preferita.

Condividi
Articolo precedente
praet sampdoriaHabemus positiōnem: Praet rinato a sinistra
Prossimo articolo
Regini sampdoriaRegini, 100 presenze e la vittoria: «Fiero del traguardo»