Nuovo Coordinamento Club Hellas, Carla Riolfi: «Gemellaggio che dura da tempi infiniti. Nell’anno dello Scudetto…»

© foto www.imagephotoagency.it

E’ sempre meraviglioso ammirare certi esempi di amicizia che possono nascere sui campi di calcio, o meglio, sugli spalti. Uno di questi è sicuramente il rapporto che c’è tra i tifosi dell’Hellas Verona e della Sampdora, gemellati da oltre trent’anni e che sabato sera si sono riabbracciati al “Bentegodi” in occasione del match fra le due squadre.

«E’ un gemellaggio che dura ormai da tempi infiniti, non saprei neanche quantificare le annate», esordisce ai microfoni di SampTv Carla Riolfi, del Nuovo Coordinamento Club Hellas Verona. «Quello che rimane negli occhi e nel cuore di questo gemellaggio con la Sampdoria è l’anno del nostro Scudetto 1984, all’andata, quando arrivammo alla partita contro i blucerchiati e loro ci accolsero con lo striscione “Benvenuti Campioni d’Italia”. Non era ancora finito il campionato, ma è stato un augurio meraviglioso che ci ha spronato per quella cavalcata. Il gemellaggio – racconta – è sempre continuato, in particolare per il nostro Coordinamento ci vediamo almeno 4-5 volte all’anno oltre alle partite, ed è soprattutto un’amicizia che dura nel tempo. Noi abbiamo uno slogan, ovvero “Avversari in campo ma amici nella vita».

Condividi
Articolo precedente
La Junior TIM Cup fa tappa a Genova: Sala scelto come testimonial
Prossimo articolo
Federclubs, Ascioti: «Gemellaggio eterno. Vorremmo che il Verona rimanesse in A»