Ottavo posto: il calendario. Dove può perdere punti la Fiorentina?

sampdoria retrocesse
© foto Valentina Martini

Guardiamo, calendario alla mano, dove la Fiorentina può perdere punti: la Sampdoria dovrà essere attenta e pronta ad approfittarne

Ieri abbiamo fatto il punto sulla lotta per non retrocedere, oggi ci occupiamo di qualcosa che ci interessa direttamente: la corsa all’ottavo posto. Ragionamenti e calcoli, sia chiaro, lasciano il tempo che trovano. Conta solo il campo e quanti punti si riescono a fare. Alla fine tireremo le somme e si vedrà chi è riuscito a prendere quell’ottava posizione così tanto desiderata. Nei nostri ragionamenti non teniamo conto del Torino: la squadra di Mihajlovic si trova a pari punti con la Sampdoria, ma per puntare all’ottavo posto la corsa va fatta sulla Fiorentina. Bisogna innanzitutto vincere contro il Crotone e in trasferta contro i granata, poi non fare passi falsi e magari strappare un risultato importante. Il calendario blucerchiato non è impossibile, ma nemmeno agevole: c’è la Lazio all’Olimpico e il Napoli in casa come ultima di campionato. Le altre partite sono decisamente più alla portata, un po’ perché le avversarie non dovrebbero avere più niente da chiedere al campionato e perché gli organici sulla carta dovrebbero portare meno preoccupazioni in casa Sampdoria. Senza sottovalutare nessuno, chiaramente. Per puntare all’ottavo posto è importante vincere più partite possibili ma anche che la Fiorentina faccia qualche passo falso. Per questo motivo andiamo a vedere il calendario della squadra di Paulo Sousa.

FIORENTINA: IL CALENDARIO. INTER, LAZIO E NAPOLI A RISCHIO – La squadra viola non ha un cammino facile per mantenere l’ottavo posto e rosicchiare qualcosa alle squadre che la precedono, però ha un vantaggio importante che la mette quasi al riparo. Innanzitutto ha lo scontro con l’Inter: i nerazzurri sono a 56 punti quindi una vittoria significherebbe staccare la squadra di Sousa e andare a +7 (nonché restare attaccati al Milan o eventualmente sorpassarlo). La Fiorentina da parte sua gioca al Franchi e ha tutto l’interesse a recuperare tre punti sui nerazzurri per portarsi a -1 dal settimo posto. All’ostacolo rappresentato dalla squadra di Pioli seguiranno due trasferte per Sousa: a Palermo, quasi condannato, e al Mapei Stadium contro il Sassuolo che ha dimostrato di voler migliorare la sua classifica nel finale. I passi falsi potrebbero arrivare a tre partite dalla fine del campionato: Fiorentina-Lazio e Napoli-Fiorentina sono due scontri dove la squadra viola si gioca tutto (in parallelo la Samp giocherà contro il Chievo e in trasferta a Udine). Bisognerà vedere a quel punto cosa si starà giocando la Lazio (rispetto alle sue inseguitrici) e il Napoli (rispetto alla Roma) ma è sicuro che avere due “big” verso la fine moltiplica le possibilità di errore per la squadra viola. In chiusura ci sarà il Pescara, già retrocesso, al Franchi: una chiarissima partita da tre punti facili. A conti fatti, togliendo Palermo e Pescara, che sono sei punti sulla carta facili, resta l’incognita Sassuolo e le tre “big” da dover battere. La corsa all’ottavo posto è molto difficile per la Sampdoria: prendendo 12 punti sui 18 a disposizione (escludendo quindi Napoli e Lazio), si porterebbe a quota 57 e questo significherebbe essere a +5 dalla Fiorentina rispetto alla classifica odierna. In pratica la squadra viola dovrebbe perdere cinque delle sei partite da qui alla fine del campionato per permettere alla Sampdoria di arrivarle sopra in classifica.

Condividi
Articolo precedente
Sampdoria BogliascoAcademy Samp, i risultati del fine settimana
Prossimo articolo
nicola crotoneSamp attenta: il Crotone di Nicola “corre”