Pagelle Sampdoria-Fiorentina 2-2: Fernandes cecchino, Viviano beffato

Samp Bruno
© foto Valentina Martini

Le pagelle di Sampdoria-Fiorentina, al termine del match giocato a Marassi e pareggiato con il risultato di 2-2: tanto cuore Sampdoria, ma due rimonte e due pali non le permettono di arrivare alla vittoria

Partita che la Sampdoria prova a vincere a tutti i costi ma che, per ben due volte, vede la rimonta della squadra allenata da Paulo Sousa. La Fiorentina colpisce anche due pali e si presenta a tu per tu con Emiliano Viviano allo scoccare del novantesimo minuto per cercare di trovare anche il gol della vittoria, gol che non arriva perché il portiere blucerchiato ci mette il piede e salva lo specchio della porta. Prestazione complessivamente buona per la squadra di Giampaolo, peccato per la mancata vittoria che sarebbe stata la ciliegina sulla torta dopo la trasferta vincente contro l’Inter. Ecco le nostre pagelle per questa partita.

Viviano 6 – Come ha voluto ricordare nel pre-gara, per lui incontrare la Fiorentina non è mai cosa semplice. Il passato da giocatore, il sentimento da tifoso hanno il loro valore. Tuttavia, passa una giornata difficile: non ha colpe e vede la Fiorentina cogliere due pali, ma sul corner non può fare molto. Fino al gol di Babacar, dove appare un po’ nella terra di nessuno. Nel finale evita il 3-2, salvando stavolta sull’attaccante.

Bereszynski 6.5 – Complice l’infortunio di Sala, il polacco torna titolare dopo la buona prova di San Siro. Bernardeschi gli gira al largo, Milic non appare irresistibile e la Fiorentina sfonda soprattutto a sinistra. Dal canto suo, il polacco combatte come un leone.

Silvestre 6 – Come San Siro: tante respinte, infinite zuccate per spazzare l’area. Purtroppo ci sono due mancanze gravi: l’intervento su Kalinic, che per poco non trova il 2-2, e poi troppo molle su Babacar nel secondo gol viola.

Skriniar 6.5 – Giampaolo l’ha lodato in conferenza stampa, la Fiorentina è una delle squadre che si è interessata a lui già da gennaio, ma lo slovacco gioca una gara leggermente inferiore rispetto a quella contro l’Inter.

Dodô 6.5 – A sorpresa, il tecnico blucerchiato lo ripropone dall’inizio al posto di Regini. Tello è un avversario dalle giocate standard, quasi tutte sul destro, il che aiuta il brasiliano a rendere meglio: patisce solo nell’occasione del palo colpito dall’ex Barcellona, ma sostanzialmente gioca una buona gara (dal 28′ s.t. Regini 6 – Stesso cambio visto a Milano, con il capitano che nel finale cerca di limitare le sgroppate di Tello, cresciuto nella ripresa).

Barreto 6 – La Fiorentina è una squadra di fioretto e lui porta la sciabola pesante, modulandosi però alla contesa. Tanti appoggi e contrasti per il paraguayano.

Torreira 6.5 – Ci mette lo zampino sull’1-0, ma soprattutto è presente come al solito. Lotta con tenacia, malizia e molta più forza già del suo ottimo solito.

Linetty 6 – Tanti i raddoppi sulla fascia, necessari per aiutare Dodò nella fase difensiva. Nel finale sembra un po’ calare: forse la calura gli ha abbassato i giri motore, costringendolo a risparmiarsi (dal 24′ s.t. Álvarez 6.5 – Come a Milano, entra bene a partita in corso, dimostrando che per ora la staffetta tra lui e Fernandes paghi. Sensazione confermata dal secondo gol con la maglia della Samp, sempre alla Fiorentina, sua vittima preferita).

B. Fernandes 6.5 – Dopo una prova discreta contro l’Inter, alza i giri del motore in vista dei viola. Lo fa a bruciapelo, realizzando il gol più veloce in campionato per la Samp con una splendida traiettoria su cui Tatarusanu non può nulla. Spreca il 2-0, ma è sempre al centro delle iniziative blucerchiate. Esce un po’ sconsolato, perché Giampaolo lo vede autonomo per un’ora e poi lo cambia. Ance in giornate come queste (dal 19′ s.t. Praet 5.5 – Forse un po’ opaca la sua prestazione, ci si aspettava un ingresso più ficcante).

Schick 6 – Questo è il suo momento e lo puoi vedere anche da cose semplici. Gioca una gara di gran lunga meno appariscente rispetto a San Siro, ma quando c’è bisogno trova il guizzo per servire Álvarez per la rete del secondo vantaggio. Magari ci sono altre prestazioni da ricordare, ma la firma l’ha lasciata lo stesso anche oggi.

Quagliarella 6.5 – Continua a pressare il mondo, a esser cattivo, a dar fastidio nella fase di costruzione agli avversari. Serve pure un bell’assist a Bruno Fernandes per il possibile 2-0, ma la cosa più bella è vederlo così fresco dal punto di vista atletico.

 

Fiorentina (3-4-2-1):
Tatarusanu 5.5; C. Sanchez 6, G. Rodriguez 6, Astori 5.5; Tello 6, Badelj 5.5, Borja Valero 5.5, Milic 5.5 (dal 27′ s.t. Chiesa 5.5); Ilicic 5 (dal 1′ s.t. Kalinic 6.5), Bernardeschi 6.5 (dal 35′ s.t. Saponara s.v.); Babacar 6.

Condividi
Articolo precedente
social sampdoriaSampdoria-Fiorentina 2-2: pagelle e tabellino
Prossimo articolo
Calciomercato SampdoriaBruno Fernandes: «Mancava poco alla fine, c’è rammarico»