2015/2016, il pagellone: Lorenzo De Silvestri

© foto www.imagephotoagency.it

Un giocatore di cui sapevamo dover fare a meno per l’inizio del campionato era sicuramente Lorenzo De Silvestri alle prese con il recupero dall’infortunio occorso durante l’impegno con la Nazionale Italia. La rottura del legamento crociato l’avrebbe tenuto fuori per i primi mesi e il rientro era previsto non prima di dicembre. Possiamo comodamente affermare che l’assenza di Lollo, sulla fascia si è fatta sentire tantissimo. La sua media voto è pari a quella di Fernando, seppur le uscite siano nettamente inferiori, quasi meno della metà. 

 

Tornato in campo non ancora al top della forma per la 12.a giornata non ci si poteva aspettare fin da subito un rendimento eccelso, le prime tre gare disputate non sono proprio all’altezza e riprendere i novanta minuti non una cosa immediata. Poi, quando comincia nuovamente a macinare chilometri sulla fascia arriva il secondo lungo infortunio, questa volta muscolare. resta fuori dalla 19.a giornata alla 25.a, poi non lascia più il campo fino al match contro il Palermo. Ed è proprio in queste ultime 11 gare disputate che De Silvestri ha fatto la differenza sulla fascia, ricordandoci nuovamente perché sia un giocatore indispensabile per la Sampdoria.

 

Innanzitutto dal momento che è tornato ai suoi livello è stato l’indiscusso re del chilometraggio blucerchiato: molte delle azioni della Samp passano per i suoi piedi e cerca sempre di mettere in mezzo palloni per gli attaccanti. Realizza due assist rispettivamente nei match vinti 2-0 e 0-3 contro Frosinone in casa e Hellas in trasferta. Trova anche la rete della vittoria nel match contro la Lazio, vinto dalla Sampdoria per 2-1 (gol inizialmente attribuito a Diakitè, poi rettificato). Nelle ultime gare, dopo Emiliano Viviano, è sicuramente quello che si meritava di più la fascia da capitano, fascia che ha anche vestito in alcune occasioni. Con il suo 5.82 di media, a pari merito con Fernando, è il giocatore che ha reso meglio di tutta la rosa ad eccezione di pochissimi giocatori che hanno strappato la sufficienza in questa stagione 2015/2016 (solo sei giocatori n.d.r). Nel suo ruolo ci sono pochi giocatori al suo livello, proprio per questo è uno dei più gettonati a strappare un biglietto per Euro2016, di fatto questo mette a rischio la sua permanenza alla Sampdoria essendo comunque un giocatore molto quotato. Se la Sampdoria deve trovare qualcuno che indossi la fascia di capitano nella prossima stagione, Lorenzo De Silvestri potrebbe essere la persona giusta, sempre equilibrato e sempre pronto a dare tutto per la maglia. Calciomercato permettendo, anche in questo caso.

Condividi
Articolo precedente
Montella ritrova il feeling con la dirigenza
Prossimo articolo
Rio2016: Correa nei pre-convocati del Tata Martino