Pagellone 2016/17 – Edgar Barreto: il guerriero ritrovato

barreto sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Pagellone 2016/17 – Edgar Barreto, la risposta alle critiche dei detrattori con una stagione fatta di intensità, corsa e sacrificio

Ad inizio campionato pochi tifosi della Sampdoria, probabilmente, avrebbero scommesso che uno dei centrocampisti migliori della stagione blucerchiata sarebbe stato Edgar Barreto. Sì, perché l’ex capitano del Palermo lo scorso anno era risultato uno dei peggiori della stagione doriana, specchio piuttosto fedele di un campionato giocato male, nel complesso, da tutta la squadra. In estate, però, lo stesso numero 8 aveva puntato i piedi rispetto alla possibilità di una cessione, dichiarando di volersi giocare le proprie carte alla Samp per dimostrare che quello della stagione appena passata non era il vero Barreto. A conti fatti, va detto che il paraguayano ha pienamente avuto ragione: ancora una volta, fondamentale nel rilancio di un giocatore che l’anno precedente aveva avuto qualche problema è stato mister Giampaolo, che ha piazzato fin da subito il classe ’84 nel ruolo di mezz’ala destra, senza rinunciarvi mai.

RINASCITA – Il resto, naturalmente, lo ha fatto Barreto, che ha raccolto ben 32 presenze in campionato più una in Coppa Italia, segnando anche due reti. Ma ciò che più di tutto ha sorpreso è stata la tenacia con la quale il centrocampista ha lottato per prendersi – e quindi tenersi – il posto da titolare: Barreto non si è mai risparmiato in alcuna partita e, se si paragona il giocatore poco concentrato e molle nei contrasti dello scorso anno all’instancabile trattore e recuperatore di palloni di questo campionato, il salto di qualità balza immediatamente agli occhi. Motivato a dovere da Giampaolo, l’ex rosanero è riuscito a portare nuovamente sul campo la tipica garra che lo aveva sempre contraddistinto, formando con Torreira e Linetty una diga di centrocampo ardua da scavalcare per chiunque. Se Barreto riuscirà a mantenere le stesse motivazioni anche il prossimo anno – l’ultimo previsto dal suo contratto con la società di Corte Lambruschini -, viene difficile pensare che Giampaolo rinuncerà al suo dinamismo e alla sua grinta a centrocampo. E chissà che, se le prestazioni si attesteranno sul livello di quelle sfoderate nel campionato appena terminato, Barreto non possa meritarsi anche un rinnovo di contratto, magari anche a cifre ribassate, per continuare la sua avventura con la maglia della Sampdoria.

Condividi
Articolo precedente
RodríguezGonzalo Rodriguez allontana la Sampdoria: «Voglio l’Olympiakos»
Prossimo articolo
bruno fernandes sampdoriaPagellone 2016/17 – Bruno Fernandes: si può dare di più