Palermo-Sampdoria 2-0, le pagelle: Ranocchia imbarazzante, bene Skriniar

© foto www.imagephotoagency.it

Viviano 6: Incolpevole sui gol presi, sfodera un intervento prodigioso su Gilardino nel secondo tempo ma poi deve arrendersi alla pochezza dei compagni appena davanti a lui che si fanno sfuggire un pallone sanguinoso da cui nasce il 2-0. 

Cassani 5,5: Prestazione così così del numero 5, bene in copertura, malisismo nei suggerimenti per i compagni, quasi sempre fuori misura.

Ranocchia 4: Alterna un buon intervento a sciocchezze inspiegabili, peggiore in campo dei blucerchiati: Gilardino scherza con lui, si distrae clamorosamente sul gol del vantaggio e non dà mai la sensazione di sicurezza che un centrale di difesa dovrebbe trasmettere. Tante altre imperfezioni nel corso del match, male male davvero.

Skriniar 6: In una pessima gara collettiva il migliore dei blucerchiati è quello al debutto da titolare: diversi interventi importanti arrivano dal giovane slovacco, che chiude miracolosamente su Gilardino nel primo tempo e nella ripresa chiude in un paio di occasioni un ruspante Rispoli.

De Silvestri 5,5: Siamo abituati a vederlo correre su ogni pallone, a dare sempre il 110% ma oggi sembra avere il freno a mano tirato: poca spinta offensiva, il numero 29 si è limitato al compitino e anche oggi per poco non trovava il gol, è un provvidenziale Cionek a negarglielo.

Fernando 6: Nel brutto primo tempo della Samp sembra l’unico ad avere idea di cosa fare in campo col pallone tra i piedi. Diverse idee sono buone ma sono i compagni a non capirle. Esce all’intervallo per un problema alla caviglia, speriamo non sia niente di grave.

dal 1’st Muriel 5: Montella opta per il colombiano in vece di Fernando e per trovare il pari, ma la prestazione del numero 24 è da dimenticare: mai uno spunto dei suoi, mai una conclusione in porta, finisce nei tabellini alla voce ammoniti, per un fallo evitabile.

Krsticic 5: Pronti via e il primo giallo de match dopo 5 minuti arriva al numero 20 per un’entrata sconsiderata su Vazquez. La percentuale di passaggi riusciti è ampiamente sotto la sufficienza e nel finale arriva anche la ciliegina. Sfortunatissimo in occasione dell’autogol, il giallo gli costa anche il Derby visto che era diffidato.

Dodô 5,5: Si propone spesso in fase offensiva ma è nervosissimo e il giallo ricevuto per proteste nel primo tempo ne è l’emblema. Nella ripresa prova qualche altro cross interessante, ma i compagni non li trova mai.

dal 26’st Cassano 6: Fino al suo ingresso in campo la Samp sbaglia un passaggio ogni 3, almeno dai piedi del numero 99 arrivano suggerimenti precisi e a tempo, purtroppo però il tempo a disposizione e degli altri 9 intorno a lui non sono abbastanza quest’oggi per tirar fuori qualcosa di buono.

Alvarez 5: Quando ha la palla tra i piedi ti aspetti sempre di tutto e oggi, puntualmente, non combina niente. Mai un dribbling, mai uno spunto, sempre l’appoggio più facile per il compagno più vicino.

dal 37’st Sala sv: Rivede il campo dopo l’infortunio subito al debutto, Montella può contare su di lui nelle ultime due, anche perché a centrocampo è emergenza vera.

Soriano 5,5: Il più attivo nella fase offensiva della Samp, lavora tantissimi palloni ma non riesce mai a trovare il guizzo decisivo per creare l’occasione da gol nitida.

Quagliarella 5,5: Si batte come al solito ma oggi la retroguardia rosanero sembra presidiata da Cannavaro, Maldini e Baresi e ogni occasione che gli capita fra i piedi è parata comodamente da Sorrentino o fermata per fuorigioco.

Montella 5,5: Rischia più volte l’espulsione nel corso della gara per le proteste nei confronti del direttore di gara: Mazzoleni non è stato perfetto, ma la sua Samp doveva e poteva fare di più.

Gli avversari: Sorrentino 6; Cionek 6,5, Andelkovic 6,5, Vitiello 6,5, Rispoli 6, Hiljemark 6, Maresca 6,5, Morganella 6, Vazquez 7, Gilardino 6,5, Trajkovski 6, Jajalo sv, Quaison 6,5.

Condividi
Articolo precedente
Vazquez: «Non voglio che il Palermo retroceda, faremo di tutto per salvarci»
Prossimo articolo
Ballardini: «Samp grande squadra, ma oggi atteggiamento giusto»