Paloschi allo Swansea, le alternative per il dopo Eder

© foto www.imagephotoagency.it

Sembrava destinato a vestire la maglia doriana e invece andrà alla corte di Guidolin in Premier League. Alberto Paloschi era l’indiziato numero uno per sostituire il partente Eder alla Sampdoria, ma anche se l’accordo con il Chievo era già stato raggiunto è bastato un attimo di indecisione per consentire l’inserimento dei gallesi. 

Chii allora al posto dell’oriundo? I nomi si sprecano, ma il tempo stringe. Nella giornata di ieri, come segnalato da Il Secolo XIX, è emerso il nome di Giampaolo Pazzini, di cui il Verona si libererebbe volentieri per l’oneroso ingaggio. Ma al momento non è niente di più che una semplice suggestione. Altri nomi sono Remy, francese in uscita dal Chelsea e Lapadula, la rivelazione di questo campionato di Serie B che a Pescara sta facendo faville. 

Per quanto riguarda la corsia esterna i nomi si sprecano, tra vecchie conoscenze di mister Montella e alternative da lui espressamente richieste: oltre al noto Fisher dell’Ajax, al momento in cima alla lista dei desideri nonostante il club olandese sia poco propenso alla cessione, si parla di Gomez dell’Atalanta, Caprari del Pescara e Seferovic, svizzero dell’Eintracht Francoforte. 

Qualunque sia il sostituto di Eder l’importante perà è fare presto: il tempo stringe e trovarsi con un pugno di mosche in mano o con giocatori acquistati per fretta scriteriatamente è un attimo. E sono in tanti a ricordarsi come è finita l’ultima volta.

Condividi
Articolo precedente
Mancini: «Eder? Ci sarà molto utile»
Prossimo articolo
Montella “sigilla” il Mugnaini, lavori già iniziati