Petagna: «Samp? Palestra importante per crescere»

© foto www.imagephotoagency.it

Andrea Petagna non ha lasciato un gran ricordo di sè ai tifosi della Sampdoria. Le chances a disposizione per dimostrare le sue qualità sono state poche e, dopo soli quattro mesi di permanenza in blucerchiato, l’attaccante scuola Milan è tornato alla base. Esperienza da dimenticare. 

Dopo le esperienze così e così con le maglie di Latina, Vicenza e Ascoli, ecco finalmente il ritorno in Serie A: all’Atalanta sembra aver trovato la sua dimensione e alla prima occasione ha trovato subito il gol, ovvero durante la scorsa partita contro la Lazio. In occasione della partita contro i blucerchiati, stasera Petagna tornerà a Genova, che a suo dire non gli ha poi lasciato un ricordo così malvagio: «La Sampdoria, la mia prima esperienza fuori dal Settore Giovanile, la prima stabilmente “tra i grandi”, anche se già al Milan ero stato spesso in prima squadra nell’anno e mezzo precedente».

«Quando sono andato a Genova – ricorda il classe ’95 ai taccuini di AtalantaLifeMagazine avevo 18 anni e non è stato facile, ma è stata una palestra importante per me. Anche se alla fine non ho giocato molto e le presenze sono state poche, ho imparato tante cose ed è stata un’esperienza che mi è servita per crescere. Sarà bello tornare a Genova, ma la cosa più importante sarà tornare con un risultato positivo».

Condividi
Articolo precedente
Samp Point: gli orari in occasione di Samp-Atalanta
Prossimo articolo
Samp-Atalanta: stasera torna la maglia vintage