Pontedera, il ds Giovannini: «Calò eccezionale, deve rimanere ancora un anno. Massa sfortunato»

sampdoria tifosi gradinata sud derby
© foto www.imagephotoagency.it

Esclusiva SampNews24 – Il ds del Pontendera Paolo Giovannini: «Calò eccezionale, deve rimanere da noi ancora un anno. Massa ha qualità, ma è stato sfortunato»

Alla prima stagione tra i professionisti, gli ex Primavera Giacomo Calò e Riccardo Massa hanno avuto due destini completamenti diversi. Entrambi sono passati in prestito la scorsa estate al Pontedera: il primo ha collezionato la bellezza di 30 presenze, condite da un gol, mentre il secondo ha vissuto un’annata tormentata dagli infortuni, che gli hanno permesso di scendere in campo soltanto una volta e per un minuto. Per cominciare a tirare le somme della loro avventura in Lega Pro, ma anche per sapere di più sul loro futuro, abbiamo contattato in esclusiva il direttore sportivo del club toscano Paolo Giovannini«Innanzitutto, entrambi hanno confermato le loro qualità. Posso dire che la Sampdoria ha un patrimonio di giovani da non disperdere assolutamente. Purtroppo, Massa ha avuto diversi “contrattempi” che lo hanno tenuto lontano dai campi, ma negli allenamenti ho notato subito le sue qualità: ha avuto solo tanta sfortuna, avrebbe potuto ritagliarsi più spazio. Calò – prosegue Giovannini – è un ragazzo eccezionale per comportamento, qualità, educazione. E’ migliorato tantissimo, all’inizio non univa tanta qualità nel gioco ad intensità nella corsa, ma ora è migliorato. Il suo ruolo ideale secondo me è quello di play basso in un centrocampo a tre, ma anche a due ha fatto molto bene, arrivando perfino a giocare da mezzala con buoni risultati. Calò è andato decisamente aldilà delle aspettative, il suo percorso credo abbia bisogno di un altro anno di consolidamento, per poi fare il salto in Serie B. Da noi i giovani crescono bene, siamo la squadra che ne schiera di più in Lega Pro».

FUTURO – Il ds dei toscani prosegue parlando del futuro dei due talenti di proprietà blucerchiata. Un prolungamento dei prestiti non è da escludere: «Non so per Massa, perché nel frattempo abbiamo dovuto fare altre scelte e stiamo valutando altri nomi, sempre a causa delle sue condizioni fisiche, ma per Calò il posto è aperto: se dovesse restare con noi – garantisce – le 30 presenze collezionate quest’anno diventerebbero tutte da titolare. In un ambiente come il nostro, che ormai conosce, potrebbe crescere ulteriormente. Abbiamo sempre chiesto alle società che ci girano in prestito i ragazzi di considerare anche questo fattore di crescita: aldilà di quello che si dice, i giovani in Lega Pro non giocano quasi mai, tranne da noi. Mi incontrerò con la Sampdoria il prima possibile – ha rivelato Giovannini ai nostri microfoni – per cercare di capire anche le loro intenzioni. Con tutto il rispetto, non credo che Calò sia pronto per la Serie B, perlomeno non da titolare. Meglio non bruciarsi e aspettare, maturando ancora un anno al Pontedera».

Condividi
Articolo precedente
Sampdoria Borna SosaCalciomercato Sampdoria, occhi su Coric e Sosa: la richiesta della Dinamo Zagabria
Prossimo articolo
manciniMancini e la Coppa delle Coppe ’90: «Emozioni che non si scordano mai»