Primavera, continua la rincorsa: domani sfida interna con il Trapani

© foto www.imagephotoagency.it

Domani alle 15.30 all’Andersen di Sestri Levante la Sampdoria primavera affronterà il Trapani nella sfida valida per la ventunesima giornata del Campionato Primavera TIM “Giacinto Facchetti”. 

Si tratta certamente di una stagione da dimenticare quella del Trapani, che occupa l’ultimo posto in classifica con soli 9 punti conquistati in venti giornate. I siciliani possono “vantare” la peggiore difesa del campionato, con ben 52 reti subite che si traducono in una media di 2,6 gol incassati a partita. Dal punto di vista offensivo la situazione è comunque poco rosea: solo il Modena ha segnato meno degli ospiti in questa stagione. Sbirciando il tabellone si nota inoltre che il Trapani non ha mai vinto in trasferta, collezionando due punti in nove giornate lontane dalle mura domestiche. 

La situazione della Samp è ben diversa: i blucerchiati occupano stabilmente il sesto posto in campionato grazie a un ruolino di marcia che recita sei risultati utili consecutivi. Il pareggio esterno di sabato scorso con la Juventus (Samp unica squadra in grado di uscire imbattuta da Vinovo) è solo l’ultima delle fatiche dei ragazzi di mister Pedone. Malgrado gli ottimi risultati, l’inseguimento blucerchiato di un posto nei playoff non sta portando a grandi progressi, anche perchè le dirette concorrenti stanno guadagnando punti con eguale intensità. Al momento il quinto posto è occupato dal Sassuolo, che mantiene le distanze con un netto +7 sulla compagine blucerchiata. 

La partita di domani si presenta dunque abbordabile per la Samp, che potrà pure godere del fattore casa favorevole. Gli ospiti hanno deluso le aspettative fino a qui, e le statistiche pre-partita danno ragione ai blucerchiati, che partono assolutamente favoriti. Tuttavia il calcio non è solo matematica, e sarà quindi importantissimo mantenere la concentrazione senza abbassare la guardia: un passo falso, domani, potrebbe chiudere definitivamente il discorso playoff. 

Condividi
Articolo precedente
Hellas Verona-Sampdoria: le probabili formazioni
Prossimo articolo
Il cielo (poteva essere) blucerchiato sopra Brema