Primavera: domenica la stracittadina

© foto www.imagephotoagency.it

Domenica alle 11.00 la Sampdoria primavera scenderà in campo allo stadio “Gambino” di Arenzano per il derby contro il Genoa, valido per la diciannovesima giornata del Campionato Primavera TIM “Giacinto Facchetti”. 

Il Genoa arriva alla vigilia del match dopo due vittorie consecutive ai danni di Modena ed Entella, sei punti che permettono ai rossoblu di stazionare in una tranquilla posizione di metà classifica, a -6 rispetto al Doria. Si tratta di una squadra molto tenace che ha dimostrato di poter far punti con chiunque, e che quindi non va sottovalutata. Il giocatore più pericoloso è senza dubbio Giuseppe Panico, punta centrale classe ’97 in grado di segnare 7 marcature in 13 presenze.

Dopo la vittoria interna (con rimonta) contro la Fiorentina, la Samp si trova in un vero e proprio periodo di grazia. Il calendario recita 10 punti nelle ultime cinque partite, grazie ai quali i blucerchiati hanno conquistato il sesto posto in solitaria. L’arma segreta di questa Sampdoria sembra essere l’attacco: la squadra ha sempre gonfiato la rete nelle ultime dodici giornate, con la media generale di oltre 2 gol a partita. Il simbolo di questo successo non può che essere Andrés Ponce, che con 18 reti guida la classifica dei marcatori.

Domenica i ragazzi di mister Pedone affronteranno una sfida importantissima e dovranno metterci il cuore. L’andata si concluse 0 a 0 dopo alcune occasioni importanti e una clamorosa traversa colpita dai rossoblù; il ritorno sarà un’ottima occasione per fare meglio. La rivalità tra le due squadre non ha bisogno di essere spiegata e perdere punti ora potrebbe avere effetti disastrosi in chiave playoff. Il Torino, quinto in classifica, si appresta ad affrontare la sfida interna contro il Modena, che rappresenta certamente un avversario più abbordabile. Concedere ai piemontesi di prendere il largo potrebbe chiudere definitivamente i giochi e vanificare gli sforzi per raggiungere la fase finale del torneo

Condividi
Articolo precedente
Montella: «Gara delicata, non possiamo perdere»
Prossimo articolo
A San Siro la Samp fa 2000 presenze in Serie A