Quagliarella a 360°: «Usciremo da questo momento, voglio segnare per ripagare la fiducia dei tifosi»

© foto www.imagephotoagency.it

Vestito – di nuovo – con la maglia dai colori più belli del mondo, Fabio Quagliarella ha concesso una interessante intervista a SampTV nella quale ha parlato della sua emozione per il ritorno a Genova, sponda blucerchiata naturalmente, dopo quasi un decennio e delle sue sensazioni riguardo la squadra.

 

Ecco i passaggi più interessanti dell’intervista all’attaccante napoletano:

 

RITORNO: «Sono felice di essere tornato, ho ricordi stupendi della società e dei tifosi e inoltre conosco diversi ragazzi del gruppo, cosa che mi aiuterà molto».

 

ESPLOSIONE: «L’anno prima con l’Ascoli avevo fatto conoscenza della categoria, poi la stagione successiva, con questa maglia, sono esploso. Ho esordito in Nazionale e ho segnato goal bellissimi: è un ricordo indelebile. Ricordo tutti i miei goal con la Samp, ma soprattutto quello col Chievo da centrocampo, i tifosi ancora me ne parlano».

 

CASSANO: «Ho fatto l’Europeo con lui, sono felice di ritrovarlo perchè lo reputo un giocatore straordinario, sopra la media».

 

MONTELLA: «Per me è sempre stato un idolo, avevo i ritagli delle sue foto da bambino. Già quando giocavamo contro per me era un’emozione incontrarlo; adesso essere allenato da lui per me sarà motivo di soddisfazione e una motivazione per fare ancora meglio».

 

BLUCERCHIATO-BIS: «La trattativa è nata quasi per caso, non sapevo neppure di essere sul mercato. Dopo la partita contro il Napoli – in cui Quagliarella si era scusato con i tifosi partenopei per la rete realizzata, destando la furia dei supporters granata, ndr – non ho più giocato e non ho avuto delle motivazioni. Così quando ho saputo che c’era l’interesse della Samp mi sono convinto di tornare una città che mi ha sempre voluto bene. Ricordo ancora quando, nel riscaldamento di Juventus – Sampdoria, i tifosi blucerchiati mi chiamarono sotto il loro settore per salutarmi, una cosa che mi ha fatto emozionare».

 

DERBY: «Ho fatto quello della Mole, ma questo derby mi mancava. Speriamo bene! So che è molto sentito, ma che le due tifoserie sono molto corrette: a vederlo dalla televisione è sempre stato un bello spettacolo. Ora sarà bello poter essere protagonista in campo».

 

SQUADRA: «Credo che questa sia una squadra molto tecnica, con personalità. Ci vuole qualche vittoria per poter riprendere l’entusiasmo perchè le qualità di giocatori e allenatore sono indubbie: bisogna restare compatti e uscirne insieme, io sono qua per aiutare. Siamo in tanti nuovi, dovremo capire cosa vuole il mister in fretta, dobbiamo prendere la strada giusta. So che i tifosi vogliono da me i goal, spero di farne tanti e di ripagare la loro fiducia».

Condividi
Articolo precedente
Ausilio sull’asse Inter – Samp: «Eder ha completato l’attacco, Soriano può arrivare a giugno»
Prossimo articolo
Tutti i numeri di Sampdoria – Torino