Quagliarella-Giampaolo: intesa perfetta che fa bene alla Sampdoria

sampdoria giampaolo
© foto www.imagephotoagency.it

Giampaolo è stato spesso elogiato per il grande lavoro fatto sui giovani, giocatori dai tratti ancora acerbi che ha saputo valorizzare. Non va però dimenticato il grande lavoro fatto con i “veterani” come Quagliarella

Attestati di stima reciproca tra Quagliarella e Giampaolo al termine di Inter-Sampdoria: il tecnico blucerchiato è soddisfatto del lavoro del suo attaccante “veterano” e il buon Fabio non ha mancato di sottolineare l’importanza di avere un allenatore come Mister Giampaolo. Il matrimonio che si concretizzerà con la firma sul contratto di rinnovo, non potrebbe andare meglio di così: Giampaolo ha la fiducia del gruppo, di tutti i suoi giocatori, sintomo che non solo è un grande allenatore per le nuove leve ma sa essere anche un maestro per chi ha maturato tanti anni di esperienza in Serie A. Fabio Quagliarella ho descritto la Sampdoria di oggi come una squadra estremamente organizzata, non fragile, che vede i problemi sul campo e si adopera per risolverli. Una descrizione che è molto simile a quelle che si sono sentite fare per altre squadre come la Juventus o il Napoli. Ovvio, con le debite proporzioni, ma la Sampdoria si sta ritagliando il suo spazio, mettendo in mostra delle qualità uniche e rare: compattezza, gruppo e solidità mentale. Come si raggiunge una tale alchimia tra allenatore e giocatori? Bisogna sicuramente essere un bravo maestro di calcio e allo stesso tempo un uomo capace di capire le diverse esigenze dei giocatori.

GIAMPAOLO: LAVORO, SOSTEGNO E SICUREZZA – Un giocatore come Quagliarella che ha avuto molti allenatori, sicuramente è un vero punto di riferimento per quanto riguarda un giudizio sul lavoro del proprio mister. Questa alchimia che si è venuta a creare, frutto del lavoro quotidiano, del sostegno che Giampaolo sa dare alla squadra e figlio della sicurezza che sa infondere nei ragazzi, è un vero balsamo per la Sampdoria. Non è così scontato che tutta una squadra si allinei sullo stesso pensiero nei confronti del proprio alleantore, non di rado si sentono notizie di spogliatoi spaccati a metà, giocatori in rotta con i propri allenatori, ma questo alla Sampdoria non succede. Merito dei singoli ma soprattutto dell’allenatore: Giampaolo ha saputo conquistarsi la fiducia dei veterani e farli lavorare per aiutare la squadra a migliorare. I complimenti di Quagliarella a Skriniar al termine del match, i consigli che Silvestre dispensa ai compagni di reparto, la solidità di Viviano in porta, ma anche la dedizione quotidiana di Palombo e Cigarini, meno impegnati sul terreno di gioco durante i novanta minuti, dimostrano che la “cura” Giampaolo ha dato i suoi frutti. La squadra segue il suo allenatore, il mister vede sul campo quello che chiede in allenamento, un gruppo che può solo migliorare sul finale di questa stagione.

Condividi
Articolo precedente
osservatoriCalciomercato Sampdoria: osservatori blucerchiati per Padova-Parma
Prossimo articolo
Sampdoria portieriBogliasco, allenamento di scarico e palestra: le condizioni di Sala e Muriel