Quagliarella, l’amico Incorvaia: «La Samp lo fa emozionare»

© foto www.imagephotoagency.it

Ormi il ritorno in blucerchito di Fabio Quagliarella è praticamente reltà: in giornata l’ex Doria e Napoli dovrebbe già sostenere le visite mediche di rito per poter essere arruolabile da Montella – suo idolo d’infanzia insieme a Maradona – per la partita infrasettimanale contro il suo (quasi) ex Toro.

Che l’attaccante campano non abbia mai dimenticato la Sampdoria, nonostante sia stato in blucerchiato solamente una stagione e nonostante siano passati ormai 9 anni da quell’esperienza con Walter Novellino che addirittura lo fecgiocare esterno sulle fasce, è fuor di dubbio. E a riprova di ciò, l’amico dell’attaccante Fabio Incorvaia (sei volte campione del mondo di moto d’acqua) ai taccuini de Il Secolo XIX ha raccontato un curioso aneddoto.

«Con Fabio ci siamo conosciuti 4 anni fa. Sapeva dei miei trionfi e volevs un consiglio su una moto d comprare. Ne è nata una grande amicizia. Viene spesso da me a Vado e andiamo in acqua. Lui va piano, deve stare attento, ma è ben più forte di me col pallone…».
Un salto indietro nel tempo, neanche troppo in realtà. Allo Stadium era appena terminata la sfida tra il Doria e i padroni di casa: «Era un Juve-Samp di due anni fa, a fine partita “Quaglia” era in campo con gli altri che non avevano giocato per una corsa supplementare. A un certo punto i tifosi blucerchiati lo chiamano. “Quagliarella segna per noi”, “Torna a Genova”. Mi disse che non se l’aspettava, che quella sera non riusciva a dormire per l’emozione».

Condividi
Articolo precedente
Reparto difensivo: oltre a Diakitè piace Bianchetti e Stendardo
Prossimo articolo
Da Harvey Dent al Visconte Medardo: l’eredità di Giano