Regini perdona i tifosi: «Mettiamo da parte tutto, questa è casa mia»

Regini Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Regini risponde alle critiche dei tifosi: «Passata immagine sbagliata di me. Ora mettiamo da parte tutto e ripartiamo»

Dalle richieste di adeguamento del contratto, alle “minacce” di lasciare la Sampdoria, al riappacificazione con la società e una nuova stagione insieme. Vasco Regini, fascia di capitano al braccio, guida il gruppo dei blucerchiati in ritiro a Ponte di Legno: «E’ stato un buon avvio – spiega a Primocanale – in linea con quello dello scorso anno, con la differenza che questa volta partiamo già da una base solida. Possiamo andare più a lavorare sui dettagli e ci stiamo allenando per raggiungere il massimo». Nonostante le cessioni importanti di Skriniar, Muriel, Bruno Fernandes e quella molto probabile di Schick, il numero 19 doriano non è preoccupato per la stagione alle porte: «Penso che sarà comunque una buona Samp. Noi giocatori non pensiamo al mercato, però è logico che dispiace quando i compagni vanno via, specialmente se lasciano il segno: noi andiamo comunque avanti per la nostra strada – precisa il terzino – consapevoli che con mister Giampaolo faremo un gran campionato».

REGINI PERDONA I TIFOSI – C’è chi durante questi anni di permanenza alla Sampdoria, e specialmente negli ultimi mesi, non si è risparmiato in critiche e insulti anche contro la famiglia del giocatore. Parole pesanti, che Regini è intenzionato a lasciarsi alle spalle, continuando il suo percorso qui a Genova: «Come ho sempre detto, qua sto benissimo, è una vita che sono qui e ormai sono di casa. Spero che si risolva la situazione che da un po’ di anni c’è: è passata un’immagine sbagliata di me e mi è dispiaciuto. Non ho avuto nessun problema con nessuno – spiega il capitano del Doria – e non me ne son mai voluto andare via: forse son rimasto in mezzo nei rapporti tra la società e il mio ex agente. Ora però mettiamo tutto da parte e ripartiamo, sono felice di stare qui. La parentesi di Napoli? Tornassi indietro, probabilmente non la farei. Comunque – conclude Regini – le critiche nel calcio ci stanno e le accetto, sono lecite, però quando si esprimono giudizi diversi sul sottoscritto ci si rimane male. Io vado avanti per la mia strada, aiuterò il gruppo e darò il 110% per questa maglia».

Condividi
Articolo precedente
Sampdoria MikulicVrioni passa alla Pistoiese: è ufficiale
Prossimo articolo
meré coloniaMeré ufficiale al Colonia: «Il mio obiettivo da sempre»