Reina, chi si rivede: la Sampdoria prepara la vendetta

reina napoli
© foto www.imagephotoagency.it

I tifosi non dimenticano l’episodio dell’andata che costò l’espulsione di Silvestre: Sampdoria-Napoli sarà anche la vendetta verso Reina

Avrebbe potuto essere un campionato diverso tanto per la Sampdoria quanto per il Napoli, con accezione positiva per i blucerchiati e negativa per gli azzurri, se il “San Paolo” avesse spento i riflettori sullo 0-1 definitivo. Invece no, c’è stato un episodio che ha spaccato la diciannovesima giornata di Serie A: palla tra le braccia di Reina, Silvestre corre indietro verso la propria area di rigore e scontra involontariamente lo stesso portiere, il quale accentua la caduta e induce l’arbitro Di Bello a estrarre il cartellino rosso per il difensore. Nonostante il vantaggio, i ragazzi di Giampaolo perdono la bussola e vedono siglare la rete dell’ex Gabbiadini e del vantaggio da Tonelli, pervenuto proprio allo scadere del recupero. Ne sono passati di mesi da quel 7 gennaio, ma la memoria dei tifosi doriani è tutt’altro che corta e non porta sensazioni differenti dal rancore, quando necessario.

SAMPDORIA-NAPOLI, REINA CONTRO TUTTI – È così che cresce l’ansia per una gara che sulla carta sembrerebbe essere scontata, vuoi per motivazioni e andamento nell’ultimo periodo del campionato. Il secondo posto dei partenopei da conquistare contro il decimo dei blucerchiati, obiettivi impossibili da porre sullo stesso livello di considerazione. Tuttavia, al “Ferraris”, andrà di scena la partita nella partita. Quella tra il pubblico della Samp e Reina, costretto a difendersi dalla voglia di rivalsa che, dagli spalti, verrà trasmessa sul prato verde. Quagliarella, piuttosto di Muriel, Schick o addirittura Budimir sono spinti verso una sola rete che renderebbe felice e soddisfatto i sostenitori di casa. Magari invocando un errore dello stesso spagnolo, sebbene sia da considerarsi antisportivo. È giusto, però, parlare ancora di sportività dopo il gesto vile commesso all’andata? Probabilmente poco importa, ciò che è certo è che la Samp vuole la sua vendetta calcistica e concludere in bellezza una stagione inaspettata e straordinaria.

Condividi
Articolo precedente
quagliarella sampdoriaQuagliarella: «Muriel, rosso esagerato. Fare il capitano dà una soddisfazione immensa»
Prossimo articolo
Danilo sampdoriaSe questa è una squalifica