Riforma del campionato Primavera al via nel 2017/2018

© foto www.imagephotoagency.it

Cambierà tantissimo il campionato Primavera a seguito della riforma, votata e approvata in assemblea di Lega di Serie A. La riforma, che vedrà la luce dal 2017/2018, stravolgerà il campionato Primavera rispetto a come la conosciamo e per questo non tutte le squadre di Serie A si sono trovate d’accordo: Bologna, Sassuolo e Palermo hanno votato contro, Crotone e Chievo invece astenuti.

Vediamo come ci si avvicinerà alla prima edizione della Primavera 1. Il campionato 2016/2017 sarà prodromico alla formazione del nuovo girone unico a 16 squadre. I tre gironi resteranno da 14 squadre ciascuna ma non verranno divisi seguendo il criterio geografico ma in base al ranking degli ultimi cinque anni, questo con l’obiettivo di creare gironi più equilibrati e qualitativamente migliori. A fine stagione si avranno 16 club qualificati, ne faranno parte le prime quattro squadre di ogni girone e tutte e sedici dovranno essere di Serie A. Mentre la Primavera 2 sarà formata da due gironi da 13 squadre ciasciuna. Resisterà la fase finale, probabile una Final4, verranno introdotte due promozioni dirette e una promozione ai playoff, come riporta la Gazzetta dello Sport.

Condividi
Articolo precedente
#70diNoi, Marco Franceschetti: «Mi immagino sempre con la maglia blucerchiata»
Prossimo articolo
Una pioggia di milioni per Ferrero