Romagnoli: «La Samp mi cercò già a gennaio. Sarà bello rivedere Zeman»

© foto www.imagephotoagency.it

Durante il ritiro con l’Under 21, in vista della doppia sfida con la Slovacchia, Alessio Romagnoli, difensore della Sampdoria, si è soffermato ai microfoni della stampa per parlare del suo momento da titolare della squadra blucerchiata, terza in classifica alle spalle di Juventus e Roma. Presente al ritiro di Roma c’era anche SampNews24 che ha ripreso le dichiarazioni del difensore ex Roma.

«Mi fa piacere ricevere accostamenti a Nesta, non so se è vero, ma mi fa piacere questo complimento: mi fa onore. Penso sia tutto figlio di un buon lavoro, dell’allenamento, senza montarsi mai la testa. Sono contento per Rugani perché è il sogno di tutti andare in nazionale maggiore: io adesso sono qui e penso a fare bene con l’Under 21. Già con Di Biagio parlai l’anno scorso: mi disse che avevo bisogno di trovare continuità e adesso mi ha richiamato. Il mio obiettivo è giocare titolare, impegnandomi e dando il massimo».

«Non voglio parlare di Roma, perché adesso gioco alla Sampdoria: faccio il massimo per tornare in giallorosso, se farò bene tornerò, altrimenti andrò nuovamente in prestito e giocherò altrove. Già dal gennaio scorso sarei dovuto andare a Genova, solo che sono rimasto a Roma a giocare. Poi ho preferito andare via perché serviva minutaggio. Mihajlovic e Garcia hanno grande personalità: Sinisa vuole che io giochi la palla dalla difesa, non è assolutamente il tecnico che dice di buttare la palla via. Io stesso non mi sento un giocatore così. Ritrovare Zeman è una cosa molto bella, lui dalla Primavera alla prima squadra mi ha fatto fare un bel percorso, ha parlato sempre bene di me».

Dal nostro inviato Gabriele Anello

Condividi
Articolo precedente
Roger Milla: «Mi voleva la Samp ma…»
Prossimo articolo
Ferrero incontra il Prefetto di Genova: «Soltanto un saluto e un benvenuto»