Samp, in attacco per un’entrata ci vuole un’uscita: la situazione

© foto www.imagephotoagency.it

Éder, Muriel, Cassano, Bonazzoli, Rodriguez e Oneto: questo il reparto avanzato della Samp, a cui in teoria vanno aggiunti anche Correa (spesso indisponibile) e Carbonero (spostato in posizione avanzata da Montella negli ultimi tempi). Un reparto ricco, che però ha bisogno di rinforzi: in particolare ci sarebbe bisogno di quel centravanti fisico che rappresenta una risorsa per questa squadra, assente da quando Stefano Okaka ha preso un volo verso il Belgio.

E così in casa Samp si riflette. La conclusione è che per qualche entrata in attacco ci sarà prima bisogno di un’uscita. Se Oneto e Bonazzoli potrebbe esser prestati altrove, Rodriguez potrebbe tornare a Cesena. Tuttavia, l’uscita eccellente potrebbe essere Luis Muriel, cinque gol in 19 gare e la sensazione di una potenza mai veramente espressa.

In casa doriana non vogliono perdere i dieci milioni di euro spesi nel gennaio 2015 e quindi si punta a rientrare di quella cifra. Si è valutato uno scambio con Napoli e Fiorentina, ma la situazione è in evoluzione. Se qualcuno offrisse 15 milioni, la partenza sarebbe cosa fatta. A quel punto si potrebbero valutare nuove situazioni: si parla di Zaza e Immobile, ma “Il Secolo XIX” aggiunge il nome di Khouma Babacar, che oggi fa il vice-Kalinic a Firenze.

Condividi
Articolo precedente
Mesbah, il Bari torna su di lui per gennaio
Prossimo articolo
Soriano osservato dal Borussia Dortmund