Samp – Lazio: troppe palle perse, decisive le prestazioni dei singoli

© foto www.imagephotoagency.it

Come ogni lunedì, a prescindere dal risultato, andiamo ad analizzare la prestazione della Sampdoria attraverso i dati. Una prima considerazione, inevitabile, è che la partita è stata fin da subito molto fisica, lo dimostra la sfilza di cartellini gialli distribuiti nel corso dei novanta minuti di gioco dall’arbitro Rizzoli. È stata soprattutto la Lazio a buttarla sul piano della fallosità con i sei cartellini gialli ottenuti dai suoi contro i soli due della Sampdoria (di cui uno, quello di Skriniar alla fine del match). I blucerchiati hanno subito ben 13 falli contro i nove realizzati ai danni della Lazio.

 

Un dato non proprio positivo torna ad essere quello delle palle perse durante il match (39 nell’arco dei novanta minuti). Sebbene la Lazio abbia fatto peggio (43) è sicuramente qualcosa che la Sampdoria deve migliorare anche in vista del prossimo campionato. Ieri sono stati De Silvestri e Muriel a perderne il numero maggiore (otto a testa) ma il dato è spalmato in maniera abbastanza omogenea su tutta la squadra. Rimane in linea invece il dato dei passaggi sbagliati: la Sampdoria fa di nuovo meglio della Lazio con 23 a fronte dei 39 biancocelesti. 

 

Andiamo a vedere le prestazioni dei singoli: il secondo gol alla fine è stato assegnato a De Silvestri in quanto il pallone prima di superare la linea di porta sbatte contro di lui. A livello delle performance chilometriche resta il re indiscusso della fascia, seguito da Fernando e Barreto. Kristicic invece meno incisivo rispetto alle partite precedenti, probabilmente complice la stanchezza che ha toccato un po’ tutta la squadra dopo i tre impegni ravvicinati. Per quanto concerne i cross, diversamente dalle altre partite dove partivano quasi sempre dai piedi di De Silvestri, ieri è stato Dodô a tentare più spesso di mettere in mezzo il pallone (5 volte), altro dato importante sono le palle recuperate da Fernando (4) per un totale di sole 14 contro le venti della Lazio.

 

Ultimo dato, non certo per importanza, l’ennesima importantissima prestazione di Emiliano Viviano: 4 rigori parati in questa Serie A, detentore del record attualmente, e decisivo almeno altre tre volte a chiudere lo specchio della porta agli attaccanti della Lazio. Se non si merita una maglia della Nazionale lui, non vedo quale altro portiere potrebbe meritarsela.

Condividi
Articolo precedente
Carattere, salvezza, rivincita
Prossimo articolo
rizzoliRizzoli torna su Samp – Lazio: «Keita? Mi ha solo chiesto spiegazioni»