Samp – Milan: blucerchiati ai numeri (di nuovo) migliori, risultato beffardo

© foto www.imagephotoagency.it

Il giorno dopo digerire una sconfitta, come quella maturata sul terreno dello stadio Luigi Ferrarsi, è difficile. A maggior ragione che è del tutto immeritata. A prescindere dalle considerazioni che si possono fare sui gol annullati, sui pali presi, la Sampdoria ha costretto più volte il Milan a ripiegare su se stesso, a difendersi e non aver ottenuto nemmeno un punto lascia l’amaro in bocca.

 

La Sampdoria ha avuto più occasioni da gol ed è arrivata al tiro ben otto volte, rispetto alle sette del Milan. Complessivamente i blucerchiati hanno battuto più corner (8) sintomo che spesso l’azione di gioco si è concentrata nella metà campo rossonera. Hanno anche subito più falli rispetto ai ragazzi di Montella. Il dato delle palle perse e recuperate è abbastanza in linea: 24/14 per la Sampdoria, 22/18 per il Milan. Significativo invece il dato riguardante i lanci lunghi: vedere il Milan al 15’ rifugiarsi nel lancio lungo di Donnarumma a cercare di scavalcare il centrocampo della Sampdoria molto ha detto sull’andamento della partita. Anche i passaggi sbagliati sono equivalenti per ambo le squadre 27/28, cosa che mette in luce come un pareggio sarebbe stato il risultato forse più corretto.

 

Guardiamo alle individualità: Muriel nuovamente devastante. Bello poterlo sottolineare nuovamente: due chiare occasioni da gol, peccato per quello annullato, quella triangolazione con Quagliarella e Praet che se fosse finita col vantaggio blucerchiato avremmo parlato di un’altra partita. Benissimo anche Barreto, peccato anche per il gol annullato per il presunto e inesistente fuorigioco. Il più martoriato dai falli è stato Torreira, ben 6 a suo danno, mentre il più falloso del match è stato Lapadula proprio con sei falli e una giustissima ammonizione. 

 

Passando proprio al Milan, il record di palloni persi spetta a Niang (8) che è stato comunque anche il giocatore che più ha inciso fisicamente sulla partita, stessa cosa non si può dire per le occasioni da gol che sono arrivate praticamente tutte dal momento che ha fatto il suo ingresso in campo Bacca: tre tiri in porta, tre occasioni da gol, una concretizzata in mezz’ora.

Condividi
Articolo precedente
Bologna: out Destro e Viviani, Donadoni spera nel recupero con la Samp
Prossimo articolo
Samp – Milan: Manganelli sbaglia, Irrati annulla. Il futuro è la VAR