Samp, Udinese e Chievo: sfida a tre per il 10° posto

giampaolo sampdoria
© foto Valentina Martini

La Samp si gioca la parte sinistra della classifica nelle prossime due gare: due scontri diretti che determineranno il sapore del finale di campionato

Difficile dirlo, ma forse c’è un momento nel quale è sembrato che la Samp avesse staccato la spina, come se gli sforzi prodotti nel periodo d’oro del girone di ritorno abbiano pesato troppo su una squadra così giovane. Sono quei minuti finali contro la Fiorentina, nei quali la Samp viene prima raggiunta da Babacar e poi rischia persino la sconfitta, con Viviano provvidenziale sul 30 dei Viola. Se si osserva il rendimento dei toscani dopo quella gara, si capisce come sia stata più la Samp a perdere quella gara che la Fiorentina a recuperare; ma soprattutto le partite successive hanno dimostrato come i blucerchiati abbiano finito la benzina, più emotiva che fisica. Le sconfitte a Reggio Emilia contro il Sassuolo e in casa con il Crotone hanno escluso la Samp da qualunque rincorsa all’ottavo posto, il pareggio con il Torino è stato frutto di una magia di Schick e dell’imprecisione granata. E il 7-3 di ieri ha solo ribadito come il campionato sia finito per alcuni dei ragazzi.

PARTE SINISTRA DELLA CLASSIFICA – Eppure un ultimo obiettivo ci sarebbe: avendo disputato un girone di ritorno comunque prestigioso, sarebbe un peccato rovinare questa stagione con la discesa nella parte destra della classifica. Ed è proprio questo che si gioca la Samp nelle prossime due gare, nelle quali i blucerchiati ospiteranno i diretti rivali per quest’effimero traguardo: Chievo Verona e Udinese. I clivensi, come la Samp, hanno staccato la spina una volta raggiunta la salvezza (cinque sconfitte di fila), prima di racimolare quattro punti tra Genoa e Palermo, squadre ben più inguaiate di loro. I friulani, anch’essi salvi da un po’, hanno continuato l’ottimo ruolino di marcia casalingo dopo il pareggio interno contro l’Atalanta (11 punti nelle ultime 5 gare alla Dacia Arena). La Samp ospiterà il Chievo, poi andrà a Udine: occasione per esperimenti, ma anche per prendersi la parte sinistra della classifica.

Condividi
Articolo precedente
difesa sampdoriaLukaku soddisfatto: «Completato l’ultimo passo per l’Europa»
Prossimo articolo
bereszynski sampdoriaBereszynski sta col fiato sospeso: commento criptico sull’infortunio