Sampdoria, coprirsi e ripartire: come annullare la Fiorentina

Ramirez Sampdoria
© foto Valentina Martini

La Sampdoria dovrà attaccare con intelligenza e coprirsi all’occorrenza: sfiancare la Fiorentina e farle male in ripartenza

La Fiorentina non è il Benevento, per questo motivo l’approccio alla partita dovrà essere diverso. La Sampdoria non potrà andare all’assalto della difesa di Pioli perché il rischio di restare troppo scoperti nelle retrovie è alto, di conseguenza perdere il pallone in fase d’impostazione potrebbe significare esporsi al contropiede degli avversari. Dopo l’esordio in campionato ci sono sicuramente più alternative d’attacco, va infatti considerata la possibilità che i gol arrivino anche dal centrocampo. Praet e Ramirez, nel match giocato contro i giallorossi, hanno evidenziato una buona propensione offensiva. Il belga, in particolare, sia da mezz’ala sia da trequartista può fare male, se riesce a inquadrare la porta e arrivare al tiro. Queste dovranno essere le soluzioni in più nello scacchiere del tecnico blucerchiato.

Davanti si farà affidamento sul duo Caprari-Quagliarella. Il numero 27, autore della doppietta contro il Benevento, può fare altrettanto bene contro la Fiorentina, ma Astori e Pezzella saranno clienti difficili da oltrepassare. La Sampdoria dovrà cercare di sfruttare bene le occasioni da calcio piazzato, Caprari dal dischetto del corner ha saputo creare diversi palloni interessanti e soluzioni di gioco pericolose. Fondamentale sarà coprirsi e sfruttare il contropiede e ogni errore che la Fiorentina commetterà. Un punto di riferimento per la squadra sarà Torreira, inevitabile che la manovra d’attacco passi dai suoi piedi. Se non dovesse funzionare il fraseggio nella costruzione delle trame di gioco, il Doria cercherà di calciare il più possibile verso la porta di Sportiello.

Condividi
Articolo precedente
Sampdoria, tieni la guardia alta: Fiorentina pronta a colpire
Prossimo articolo
Andersen SampdoriaAndersen è a Genova per le visite mediche – FOTO