Skriniar abbraccia l’Inter, la Sampdoria chiama Tonelli

Tonelli Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Milan Skriniar è cercato con forza dall’Inter, la Sampdoria pensa al futuro: se lo slovacco dovesse partire, il nome di Tonelli sembra ideale per la sostituzione

Da giovane reietto incline a errori al protegé di Giampaolo per la difesa, fino a diventare oggetto dei desideri dell’Inter. In un solo anno, la parabola di Milan Skriniar è cambiata molto velocemente, più di tanti altri che si sono consacrati alla Sampdoria. Lo slovacco è arrivato nel silenzio generale nell’inverno 2016: dopo aver esordito con Montella, l’infortunio di Pavlovic e l’eventuale spostamento di Regini sulla fascia gli hanno aperto le porte della squadra titolare, di fatto non uscendone più se non per squalifiche o cartellini. Ora però l’Inter è sul ragazzo, con decisione: le voci di mercato parlano di una cifra alta, comprendente anche il cartellino di Gianluca Caprari. E a questo punto, non è escluso che la Sampdoria debba pensare a un sostituto. Il nome migliore per un’efficace sostituzione sembra essere a Napoli, tanto da averlo già trattato quest’inverno.

LORENZO IL MAGNIFICO – Con la partenza di Koulibaly in Coppa d’Africa e l’infortunio di Raul Albiol, la storia di Lorenzo Tonelli è cambiata. L’ex Empoli ha giocato pochissimo con il Napoli (tre presenze e due reti), ma è stato fondamentale a gennaio: ha segnato il gol-vittoria proprio nella contestata sfida contro la Sampdoria e ha sbloccato la contesa contro il Pescara la domenica successiva, di fatto regalando sei punti al Napoli. Tuttavia, la Sampdoria avrebbe voluto il centrale quando la permanenza di Silvestre era in dubbio. Ora che è l’altro titolare a rischiare di partire, la figura di Tonelli potrebbe venire utile: due ottimi anni di Serie A alle spalle, uno di panchina e una valutazione in discesa (il Napoli ha pagato nove milioni di euro per prelevarlo dall’Empoli, ma il difensore classe ’90 ha passato solo 270′ in campo).

UN AFFARE SILENZIOSO – Ma perché Tonelli alla Sampdoria potrebbe essere un affare al tempo stesso realizzabile e vantaggioso? Motivo numero uno: l’attuale situazione di mercato. Tonelli è in partenza e su questo non ci sono dubbi: il Napoli vorrebbe mantenere la coppia titolare Albiol-Koulibaly, così come non dovrebbero lasciare il Vesuvio nemmeno Maksimovic e Chiriches. La prospettiva di fare il quinto di difesa per un’altra stagione spaventa il centrale, che vuole ripartire altrove. E la pista Torino sembra essersi raffreddata, perché – come riporta “La Gazzetta dello Sport” – il Napoli avrebbe voluto inserire Tonelli e Duvan Zupata per uno sconto su Maksimovic, ma il Torino è irremovibile e vuole l’intera cifra del riscatto del serbo. Motivo numero due: l’ingaggio. In questo momento, Tonelli guadagna intorno al milione di euro all’anno, ma siamo sicuri che sarebbe disposto a venir incontro a qualunque richiesta pur di tornare a giocare con continuità: a 27 anni, ha la chance di rimettersi in carreggiata. Motivo numero tre: la situazione difensiva della Sampdoria, se Skriniar dovesse veramente abbandonare la Genova blucerchiata. Silvestre rimarrà, ma ha un anno in più; Simic è promettente, ma bisogna lavorarci. C’è bisogno di un profilo immediatamente pronto, capace magari di segnare anche qualche gol (Silvestre e Skriniar non hanno segnato neanche un gol l’anno scorso). Pagato nove milioni di euro, la Sampdoria potrebbe ottenere anche un piccolo sconto, visto che il Napoli è costretto a cedere il giocatore per tirare su qualche fondo (magari sui 6-7 milioni).

Condividi
Articolo precedente
Regini SampdoriaRegini, gelo sul rinnovo: possibile futuro al Cagliari
Prossimo articolo
Sampdoria KownackiSampdoria, affrettati: Kownacki illumina l’Europeo