Sampdoria-Frosinone: le probabili formazioni

© foto www.imagephotoagency.it

Al contrario di quanto dichiarato da Vincenzo Montella in conferenza stampa, mister Stellone ha già deciso quali uomini schierare per lo scontro diretto di domani contro la Sampdoria: il Frosinone scenderà in campo con un 4-3-3, la cui linea difensiva sarà formata dalla coppia centrale Ajeti-Blanchard, con Pavlovic e Rosi ad agire rispettivamente sulle fasce sinistra e destra. Confermato Leali a difendere la porta gialloazzurra. Il centrocampo sarà invece composto, da sinistra a destra, da Frara, Gori, e dall’ex Sammarco. Tridente offensivo ormai consolidato, con Dionisi e Tonev esterni, Ciofani punta centrale.

La Sampdoria apporterà invece alcune modifiche al suo schieramento, modifiche principalmente dettate da problemi in infermeria riscontrati questa settimana: davanti a Emiliano Viviano prenderanno posto i tre difensori centrali, che saranno presumibilmente Moisander, Ranocchia e Cassani, dati gli acciacchi di Silvestre, rientrato in gruppo solamente ieri. Attenzione anche a una possibile comparsata di Diakitè, verso cui il tecnico blucerchiato sembra nutrire una certa stima.

A centrocampo, i soliti quattro: Dodô sulla corsia di sinistra, Fernando e Soriano interni, affiancati David Ivan, che si adatta al ruolo da diverse partite. Possibile ritorno in campo anche per Lorenzo De Silvestri, che si è allenato in gruppo questa settimana e potrebbe rilevare il giovane slovacco sulla destra, probabilmente a partita in corso. Solitario là davanti, Fabio Quagliarella, autore dell’unica rete contro l’Inter durante la scorsa gara, e assistito dai due trequartisti Joaquin Correa e Ricky Alvarez.

Sampdoria (3-4-2-1): Viviano, Moisander, Ranocchia, Cassani, Dodô, Fernando, Soriano, Ivan, Correa, Alvarez, Quagliarella

Frosinone (4-3-3): Leali, Pavlovic, Ajeti, Blanchard, Rosi, Frara, Gori, Sammarco, Dionisi, Tonev, Ciofani

Condividi
Articolo precedente
Football Data: tutti i numeri di Sampdoria-Frosinone
Prossimo articolo
Primavera: 0-0 all’intervallo. Pozzebon: «Conoscevamo già il valore della Sampdoria»