Sampdoria, le retrocesse sorridono: non accadeva dal 2011

Sampdoria Schick
© foto Valentina Martini

Da una brutta sconfitta deriva anche una brutta statistica: Sampdoria in negativo negli scontri con le retrocesse, non accadeva dal 2011

Non ci vuole molto per dire che la sconfitta maturata contro il Crotone sia un enorme peso sulle spalle per la Sampdoria, considerando il secondo passo falso commesso nel giro di pochi giorni dopo Sassuolo. Dov’è finita la squadra brillante e gagliarda di Marco Giampaolo? Da nessuna parte, è sempre lì e capita nell’arco di un campionato di vivere momenti positivi e altri negativi. Purtroppo non fa sorridere una particolare statistica, che compara l’attuale formazione a quella allenata lo scorso anno da Vincenzo Montella. Prendendo in considerazione solamente gli scontri con le dirette concorrenti alla retrocessione, si evince la totale parsimonia dei blucerchiati: i sette punti in sei gare sono significativi. Una sola vittoria con il Pescara, poi quattro pareggi e la sconfitta per mano della squadra di Davide Nicola. Nella passata stagione, invece, contro Carpi, Frosinone e Hellas Verona i punti totalizzati ammontano a dodici per via dei quattro successi e delle due sconfitte. Leggermente peggio nelle stagioni 2014/15 agli ordini di Sinisa Mihajlovic – dieci punti tra Parma, Cesena e Cagliari -, 2013/14 – undici punti tra Catania, Bologna e Livorno – e 2012/13 – nove punti tra Palermo, Siena e Pescara. La serie si interrompe ovviamente con l’annata della discesa in Serie B.

Condividi
Articolo precedente
Skriniar sampdoriaSampdoria-Crotone, rabbia social: Skriniar suona la carica, Puggioni insegna
Prossimo articolo
mihajlovic torinoMihajlovic dimentica il passato: «Mettiamo sotto la Sampdoria»