Punti, gol e tifo: così Marassi torna fortezza

Sampdoria Schick
© foto Valentina Martini

Solo in tre hanno battuto la Sampdoria a Marassi: i blucerchiati in casa tornano a fare paura

Due derby vinti sue due, San Siro sbancato per ben due volte in stagione contro Milan e Inter, il ritorno del bel calcio a Genova, tanti giovani valorizzati: si possono dare tanti meriti a Marco Giampaolo per questa sua prima stagione sulla panchina della Sampdoria. Di certo, però, non può passare inosservato il rendimento che la squadra sta avendo ogni domenica in cui gioca davanti al proprio pubblico: se in trasferta la score non è dei migliori, in casa i blucerchiati sono tornati ad essere una vera e propria corazzata. I giocatori a Marassi si esaltano, corrono di più, sono più attenti in fase difensiva e realizzano un maggior numero di gol: fra campionato e Coppa Italia, il bottino fin qui è di 10 vittorie, 5 pareggi e solo 3 sconfitte. Le uniche in grado di battere la Samp tra le mura del “Ferraris” sono state squadre importanti come Juventus, Milan e Lazio, e tutte con scarto di un gol, sintomo che in ogni caso la formazione di Giampaolo dà filo da torcere anche alle “big”.

MARASSI TORNA FORTEZZA – Se i punti conquistati in casa costituiscono il 53% di quelli totali (24 su 45), i dati riguardanti le reti siglate sono ancora più significativi: 30 dei 45 gol stagionali sono arrivati dalle partite casalinghe (66%), mentre la retroguardia blucerchiata si è chiusa a riccio subendo solo 16 dei 41 gol totali, ovvero il 39%. Merito della squadra, di mister Giampaolo, ma anche del pubblico doriano, che si rivela sempre il dodicesimo uomo in campo e spinge i propri beniamini fino alla vittoria. Non per niente, a Marassi si sono verificate rimonte incredibili come quelle contro Sassuolo, Bologna e Roma. Andando a vedere i dati degli ultimi dieci anni, un rendimento migliore si è avuto solo in tre occasioni: stagione 2014-2015, sotto la guida di Sinisa Mihajlovic, stagione 2009-2010 con Delneri in panchina e quella del 2007-2008, con Walter Mazzarri allenatore. Crotone, Chievo e Napoli sono gli ultimi tre avversari che la Samp dovrà affrontare in casa, sperando che il trend positivo possa continuare fino al termine del campionato.

Condividi
Articolo precedente
muriel sampdoriaMuriel, recupero sprint: ritorno in campo a breve? – FOTO
Prossimo articolo
Schick SampdoriaIl teorema Gabbiadini: perchè a Schick conviene restare alla Sampdoria