Sampietro: «Camp Nou? Sensazione pazzesca. Icardi…»

sampietro sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex centrocampista della Sampdoria ricorda l’esordio al “Camp Nou“ contro il Barcellona e una amicizia, ormai persa, con Icardi

Sarà una semplice coincidenza, ma anche il suo cognome parla di Sampdoria. Gianluca Sampietro, blucerchiato dalla nascita, gioca attualmente nel Taranto in Lega Pro e fa tesoro delle esperienze coltivate in Liguria. A partire dall’esordio al “Camp Nou“ di Barcellona per il Trofeo Gamper: «Credevo che Ferrara mi prendesse in giro, sono rimasto impietrito per alcuni secondi. Poi un sogno, non ci sono altre parole. Sensazione pazzesca che porterò con me per tutta la vita, qualcosa di irripetibile». L’ex difensore di Napoli e Juventus occupa un posto speciale nel cassetto dei ricordi: «Nell’estate del 2012 il direttore sportivo Sensibile mi portò in ritiro con la prima squadra, dovevo restarci solo qualche giorno, ma al mister evidentemente sono piaciuto. Da Ferrara ho sentito fin dal primo giorno grande fiducia, mi riempiva di consigli, mi ripeteva sempre di giocare tranquillo e spensierato».

L’AMICIZIA CON ICARDI – Gli anni nel settore giovanile della Samp sono stati fantastici, in particolare per l’amicizia con Mauro Icardi: «Ho fatto tutta la trafila blucerchiata da quando avevo otto anni, fino alla Primavera e a quel ritiro con la prima squadra dell’estate del 2012. Mia madre per due anni ci ha accompagnato ogni giorno agli allenamenti, avevo davvero un bel rapporto con lui. Adesso ci siamo persi, ma pensa che un’estate mi ha invitato alle Canarie per trascorrere le vacanze insieme. Che rabbia aver perso lo smartphone dove conservavo tutte le foto. Mauro era un ragazzo tranquillissimo, professionista esemplare: curava in ogni dettaglio ogni particolare, era maniaco dell’alimentazione. In campo – conclude Sampietro ai microfoni di gianlucadimarzio.com – una fame e una cattiveria sotto porta pazzesche».

Condividi
Articolo precedente
Regini sampdoriaJunior TIM Cup, Regini ambasciatore della Sampdoria
Prossimo articolo
giampaolo sampdoriaGiampaolo sul rinnovo: «Mi diverto e sto benissimo alla Sampdoria»