Verso Sassuolo-Sampdoria: neroverdi in crisi nera, blucerchiati in ottima forma

Sampdoria Cremonese
© foto Valentina Martini

Piena crisi per i ragazzi di Di Francesco, spensieratezza ed entusiasmo per Quagliarella e compagni: ecco gli opposti stati emotivi con cui Sassuolo e Sampdoria approcciano la partita di domani pomeriggio

La partita che domani pomeriggio si giocherà al Mapei Stadium fra Sassuolo e Sampdoria potrebbe rivelarsi determinante per i destini di entrambe le formazioni: i neroverdi occupano il 15esimo posto della graduatoria a quota 32 punti, sono quasi del tutto fuori dai giochi della lotta per non retrocedere ma vorranno conquistare i 3 punti per mettere la parola fine al discorso salvezza in una stagione che si è rivelata molto sfortunata. I blucerchiati, invece, nutrono ancora qualche speranza di raggiungere la Fiorentina, distante 7 punti e occupante l’ottavo posto, ultimo disponibile per poter iniziare, la stagione prossima, il tabellone di Coppa Italia come testa di serie. A guardare l’andamento in campionato delle due compagini, si potrebbe dire che i ragazzi di mister Giampaolo – che in 5 incontri non hanno mai perso a Reggio Emilia – arrivino alla sfida da favoriti; il Sassuolo, infatti, nelle ultime 6 partite ha decisamente tirato il freno: 2 pareggi e 4 sconfitte. In particolare, è il trend casalingo che dovrebbe preoccupare la banda di mister Di Francesco: negli ultimi 4 match giocati a Reggio, infatti, sono arrivate altrettante sconfitte.

ALI DELL’ENTUSIASMO – A corroborare la fiducia in un possibile risultato positivo della Samp va poi un altro dato: i neroverdi non vincono praticamente da 2 mesi: il 19 febbraio sbancarono la Dacia Arena dell’Udinese con un 1-2 in rimonta siglato da Defrel. Da allora, come si diceva sopra, sono poi arrivati 2 pareggi e 4 sconfitte. Per quanto riguarda la banda di mister Giampaolo, invece, i dati sono molto più confortanti ed ispirano un giustificato ottimismo: Quagliarella e soci, negli ultimi 10 match disputati in Serie A, hanno perso solo una volta, a Marassi contro la Juventus il 19 marzo, sintomo di una squadra in salute che dà filo da torcere anche ad una big del calibro della formazione bianconera. Per il resto, negli altri 9 incontri disputati, sono arrivati 6 successi e 3 pareggi. L’ultima sconfitta esterna risale alla gara giocata a Bergamo, persa peraltro immeritatamente dalla Samp con un rigore molto dubbio, il 22 gennaio. Dopo questa partita, i blucerchiati hanno decisamente cambiato marcia in trasferta, ottenendo ben 3 vittorie – doppia vittoria a San Siro e Derby – e un pareggio – a Palermo. Numeri, questi, che certificano l’ottimo stato di salute della squadra doriana e che inducono, sia pur senza sottovalutare una rosa, come quella del Sassuolo, ben assortita e competitiva, ad un cauto ottimismo: il colpaccio in Emila, per poter continuare l’inseguimento all’ottavo posto, è certamente nelle corde – e nelle gambe – di questa Sampdoria.

Condividi
Articolo precedente
fernandes sampdoriaFernandes: «Sono in un buon momento, voglio continuare a segnare»
Prossimo articolo
Giampaolo SampdoriaGiampaolo: «Sassuolo squadra forte, dai miei pretendo impegno e serietà»