Serie A, nuove regole per le rose a 25: Sampdoria ok, o quasi

© foto www.imagephotoagency.it

Dal prossimo anno la Serie A cambia le regole di iscrizione: rimangono sempre le rose a 25 ma arriva una novità che avvicina le squadre del massimo campionato italiano a quelle di Champions League ed Europa League. Tra questi venticinque giocatori infatti almeno quattro dovranno essere cresciuti nel club (devono in pratica aver militato tre stagioni tra i 16 e i 21 anni) e almeno altri quattro dovranno essere cresciuti in un team italiano.

Ai giocatori citati sopra vanno aggiunti quelli nati dopo il 1 gennaio 1995 che potranno essere utilizzati liberamente senza iscriverli in nessuna delle due liste e, verosimilmente, molte compagini di Serie A li inseriranno comunque per tappare qualche buco. La Sampdoria, ponendo per assurdo che mantenga la stessa identica rosa del 2015-16, si troverebbe a dover prendere un giocatore giovane della Primavera da iscrivere nella lista dei giocatori cresciuti nel vivaio: Soriano, Puggioni e Krsticic sono i tre cresciuti nella Samp mentre per gli altri quattro bastano Cassano, Cassani, De Silvestri e Viviano stando a uno studio de La Gazzetta dello Sport.

Condividi
Articolo precedente
Torreira tornerà alla Sampdoria, Montella vuole provarlo
Prossimo articolo
2015/2016, il pagellone: Djamel Mesbah