Serie B: Torreira segna, Eramo si conferma

© foto www.imagephotoagency.it

Sta volgendo al termine, in attesa del risultato finale di Cesena-Salernitana, la trentestima giornata di Serie B per i blucerchiati in prestito. 

 

Prosegue l’assenza tra i pali di Andrea Tozzo per un infortunio, sostituito però in maniera ottimale dal collega da Costa: il 4-0 rifilato al Vicenza permette ai piemontesi di consolidare il proprio ingresso nei playoff e di sperare nella promozione in Serie A.

 

Anche il Brescia, nonostante la sconfitta di Lanciano, può mantenere entrambi i piedi nella zona calda che permetterebbe di giocarsi, a fine stagione, il raggiungimento della massima categoria: partita non perfetta da parte della squadra di Alessandro Martinelli, quest’ultimo nuovamente in campo per tutti i novanta minuti. Sono punti fondamentali, d’altro canto, per gli abruzzesi in chiave salvezza: per Michele Rocca ingresso da titolare, panchina invece per l’attaccante Federico Bonazzoli a cui è stato preferito l’autore del gol vittoria Ferrari.

 

Poco più giù permane il Livorno, costretto ad arrendersi al Modena: la sconfitta pesa per la squadra di Panucci che, nel tentativo di recuperare il risultato, si è giocato la carta Francesco Fedato dal 73′. Ciò naturalmente non è bastato in quanto l’esterno offensivo deve ritrovare la condizione fisica migliore dopo l’infortunio che fino alla scorsa settimana lo ha obbligato alla riabilitazione.

 

Periodo nero anche per il Pescara, alla seconda sconfitta consecutiva dopo la gita di Vercelli: una delle due reti biancazzurre è stata firmata da Lucas Torreira, che al 52′ ha accorciato invano le distanze. Nemmeno convocato, invece, Andrea Coda

 

Da centrocampista a centrocampista perché anche Mirko Eramo ha saputo confermarsi dopo la brillante prestazione della precedente giornata: il giocatore ha contribuito al 2-2 ottenuto dal Trapani contro il Cagliari mettendo in scena un’altra prova di grande livello, nonostante sia molto il rammarico di non aver gestito il doppio vantaggio.

 

C’è aria di contestazione, infine, in casa Bari per la sconfitta esterna di Chiavari. Il 2-0 dell’Entella ha riaperto vecchie discrepanze tra tifosi e squadra, escluso il tecnico Camplone, seppur la formazione biancorossa in cui milita Gianluca Sansone rimanga al nono posto, un tassello sotto al gruppo delle candidate a salire.

Condividi
Articolo precedente
Synot Liga: Lulic in panchina nella sfida tra Bohemians e Teplice
Prossimo articolo
Lega Pro: Rolando in gol, delusioni per Falcone e Corsini