Soriano: «Prima la cattiveria e poi il bel gioco»

© foto www.imagephotoagency.it

Serata perfetta per Roberto Soriano che aggiunge un gol al suo ruolino personale, serata perfetta per tutta la Sampdoria che con questi tre punti si porta a 31 in classifica anche se si può e si deve fare sempre meglio a cominciare dal match contro l’Empoli.

Roberto Soriano resta coi piedi per terra perché, come dice lui, è un attimo tornare in posizioni di classifica meno belle, ma ora c’è tutto quello che serve per portare a casa altre vittorie: «Ci siamo tolti questa piccola soddisfazione di una vittoria fuori casa che ci mancava da tanto, come ho detto anche settimana scorsa la vittoria contro il Frosinone e questa ci danno la spinta per il fine campionato dove vogliamo fare più punti possibili. Oggi ci siamo detti che prima di fare belle giocate va messo altro in campo, sappiamo anche soffrire nei momenti più difficile della gara e siamo contenti, non dobbiamo mollare perché basta un attimo a trovarsi in una situazione meno bella.

Una volta che ho iniziato a segnare e battere il mio record voglio continuare per me e poi per aiutare la squadra, ma sicuramente devo ringraziare i miei compagni se sono riuscito a segnare e spero che continueremo così. Ci mancava la cattiveria e adesso la stiamo mettendo, prima facevamo belle prestazioni ma i punti non arrivavano adesso riusciamo a mettere tutto in campo per portare a casa i punti

Se penso all’Europeo? Ovviamente è il sogno di tutti. Cerco di farmi notare da Conte con le mie prestazioni» puntualizza ai microfoni di SampTV.

Condividi
Articolo precedente
Verso Empoli – Samp, martedì la ripresa degli allenamenti
Prossimo articolo
Cassano e Delneri, un abbraccio durato sei anni