Sousa in conferenza: «Borja è arruolato, la Samp cercherà di vincere in contropiede»

© foto www.imagephotoagency.it

Come il suo collega Vincenzo Montella, anche Paulo Sousa si è presentato questo pomeriggio in conferenza stampa per introdurre la partita che domani andrà in scena al Franchi tra Fiorentina e Sampdoria. Ecco gli argomenti più interessanti toccati dal tecnico lusitano:

 

L’ANDATA: «Quella partita ci confermò ciò che di buono avevamo fatto fino a lì. Affrontammo una squadra forte fisicamente, fuori casa, imponendo un bel gioco. Fu una partita che ci diede concretezza».

 

LA QUERELLE MONTELLA-FIORENTINA: «Io non so se il mio nome circolava già da tempo qui. C’erano diverse squadre interessate, ma mi hanno contattato a fine stagione. Per quanto riguarda Montella, mi aspetto un’accoglienza educata nei suoi confronti: lui qui ha fatto benissimo, ha dato tutto se stesso per la maglia viola e chi si comporta in questo modo va rispettato. Non è facile fare paragoni tra le sue stagioni e la mia perché ci sono tanti fattori che influenzano il lavoro. Posso però dire che ho apprezzato molto il gioco propositivo che Vincenzo aveva dato alla squadra».

 

LA SAMPDORIA: «Montella alla Samp ha iniziato cercando di dare l’input di un calcio propositivo, ma non sono arrivati i risultati. Quando poi ha cambiato, sono arrivati anche i risultati. Hanno migliorato tantissimo la difesa, ripartono con giocatori di buona qualità tecnica. Stanno migliorando anche il possesso palla. Domani mi aspetto molti giocatori della Samp dietro al pallone, cercheranno di vincere la partita in contropiede».

 

I POSSIBILI TITOLARI: «Borja Valero si è allenato bene oggi, è a disposizione per la partita di domani. Kuba può essere un’idea, è arrivato motivato dalla Nazionale e si è molto avvicinato alla possibilità di partire titolare. Zarate? Abbiamo già provato a farlo giocare insieme a Babacar, per fare integrare due giocatori c’è bisogno di una certa continuità».

 

CASSANO: «Montella ha dato gli stimoli giusti a Cassano dopo mesi in cui mancava dalle scene come protagonista, ha fatto sì che potesse ritrovare i suoi colpi da campione. Lui è una delle varianti che Montella potrebbe usare domani dall’inizio. Noi rispettiamo molto i nostri avveersari, ma abbiamo preparato la partita pensando a noi stessi. Spero che la nostra identità domani si veda, perchè i tifosi vogliono vedere quella».

Condividi
Articolo precedente
Montella in conferenza stampa: «Dobbiamo fare punti. Krsticic? Può giocare»
Prossimo articolo
Primavera, Ponce ancora decisivo: Livorno battuto 2-1