Torreira: miglior recupera palloni, investimento azzeccato

© foto www.imagephotoagency.it

Chi ha seguito lo scorso campionato di Serie B non può non essersi accorto del talento di Lucas Torreira, classe 1996’. L’uruguaiano, arrivato in Italia nel 2013, ha giocato un anno e mezzo nella Primavera del Pescara poi in prima squadra allenato da mister Oddo. Durante il campionato 2015/2016 ha realizzato quattro gol e contribuito alla promozione in Serie A della sua squadra.

 

La Sampdoria che lo aveva acquistato nel luglio 2015, lasciandolo ancora a Pescara, decide di portarlo a Genova a fine prestito: il costo della sua operazione non fa nemmeno notizia, meno di due milioni e il cartellino di Michele Fornasier al Delfino. Un investimento che, a vedere i numeri di oggi, è decisamente azzeccato. Se guardiamo infatti alla classifica dei palloni recuperati, Lucas Torreira, si piazza al primo posto in classifica, davanti a colleghi ben più quotati: a pari merito con Ghoulam, con 16 palle recuperate, ma davanti per il minor valore in milioni di euro (13 contro i soli due dell’Uruguaiano), stacca invece Biglia (20 milioni/13 palloni) e Toloi (4 mil/13 palloni), Acerbi (8,5 mln/12 palloni) Lemina (9 mln/12 palloni) e Molinaro (0,8 mln/12 palloni).

 

L’unico che potrebbe insidiare la classifica è proprio Molinaro, investimento ancora più esiguo di Torreira sul mercato, che si trova a soli quattro palloni di differenza dal blucerchiato, pedina abbastanza inamovibile nello scacchiere di Giampaolo e che sicuramente prenderà nuovamente posto in mezzo al campo anche nella partita contro il Milan.

Condividi
Articolo precedente
Bacca: «Niang ci darà una mano»
Prossimo articolo
Montella si affida a Bacca e Niang contro la Sampdoria