Udinese-Sampdoria: Delneri e quei dolci ricordi del passato

Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

I precedenti della Sampdoria al Friuli di Udine, ora Dacia Arena: quanti gol fra blucerchiati e bianconeri

Sono 38 i precedenti allo stadio Friuli-Dacia Arena fra Udinese e Sampdoria, con un bilancio abbastanza equilibrato ma con i padroni di casa in vantaggio con 16 vittorie contro le 11 blucerchiate, 11 i pareggi. Sfida che negli scorsi anni è stata quasi una classica della Serie A, dove in palio c’erano sempre punti importanti per la classifica e per i posti europei e che negli ultimi anni nonostante siano cambiate le ambizioni di entrambe le società non ha comunque disdegnato lo spettacolo offrendo quasi sempre tantissime reti. Negli anni ’90, precisamente dal 1992 al 1997, la Samp infilò una serie, considerate anche le sfide a Genova, di 8 vittorie consecutive, iniziate col 2-1 firmato da Jugovic e Lombardo e con in mezzo alcune delle sfide più spettacolari fra le due compagini. Memorabile lo scontro del 5 gennaio 1997, quando il Doria si impose col punteggio di 5-4, trascinato da una splendida coppia d’attacco formata da Roberto Mancini, autore di una tripletta, e Vincenzo Montella, che quel pomeriggio realizzò una doppietta con due gol di pregevolissima fattura. Nelle sfide più recenti invece ne sono capitate veramente di tutti i colori: nelle ultime sei stagioni sono andate in onda sfide sempre ricche di gol e colpi di scena, come l’epica gara del 24 gennaio 2010. La Samp allora guidata da Luigi Delneri era in grande difficoltà dopo un ottimo avvio di stagione, quella era la gara fondamentale per capire se si potesse proseguire col mister o se cambiare guida dopo un’incredibile serie di sconfitte. Quel pomeriggio il Doria andò subito sotto con gol del solito Antonio Di Natale (recordman della sfida con 16 centri, ndr.), ma trovò il pari con Giampaolo Pazzini su calcio di rigore. I bianconeri tornarono in vantaggio con gol di Isla ma nella ripresa, grazie a una prestazione generosissima, prima Pozzi e poi Semioli regalarono la vittoria alla Samp che da lì partì e non si fermò più, arrivando al quarto posto finale.

Non è sempre andata bene però, come nei due incontri successivi a quella rimonta e come nella scorsa stagione: l’Udinese si impose per 3-1 nel 2010/11 e per 2-0 nel 2012/13, mentre l’anno scorso nella gara che fu il debutto sulla panchina del Doria di Vincenzo Montella i friulani si imposero per 1-0 con il gol di Badu. Nel 2013/14 invece la Samp fece un’altra mezza impresa: era l’ultima giornata di campionato e dopo il vantaggio firmato da Stefano Okaka Antonio Di Natale trascinò i suoi sul 2-1 ma in pochi minuti la Samp ribaltò nuovamente il punteggio coi gol di Éder e Soriano. Quando ormai la gara volgeva al termine, uno sciagurato retropassaggio di Pawel Wszolek consegnò a Totò Di Natale il pallone del 3-3, che venne ovviamente trasformato. L’ultima vittoria esterna del Doria risale alla stagione 2014/15, quando i blucerchiati si imposero col netto punteggio di 4-1 ma non senza soffrire. Sugli scudi in quella giornata Roberto Soriano in gol due volte, e primi e unici gol in blucerchiato per AcquahDuncan.

Condividi
Articolo precedente
FernandesBruno Fernandes: è record di occasioni create
Prossimo articolo
Sala sampdoriaSala si coccola i tifosi: «È bello stare con loro»