Verso Empoli-Samp, i pericoli azzurri

© foto www.imagephotoagency.it

Montella prende per i capelli i suoi e chiede la massima tensione per quella che può essere la sfida decisiva per ritrovare il mare piatto. La Samp si appresta ad affrontare una squadra che si è svelata la rivelazione del campionato, se non altro perché già lo era stata l’anno prima, rendendo impronosticabile una replica nel post-Sarri.

L’Empoli, invece, si è rigenerato e ha rigenerato un Marco Giampaolo attaccato da anni allo stereotipo di eterna promessa della panchina. Il tecnico empolese ha avuto la capacità di compattare un gruppo già collaudato da Sarri. La prima fortuna della Samp consiste nell’assenza del punto fermo della difesa toscana: Lorenzo Tonelli, che deve scontare una squalifica. Ma la qualità non manca: attenzione a giovani di prospettiva come Mario Rui e Zielinski, il talentuoso Saponara,  e Massimo Maccarone. L’ex attaccante blucerchiato continua a vedere la porta con costanza impressionante se si considera l’età, come d’altronde ha sempre fatto in carriera tranne che nella parentesi blucerchiata.

L’ultimo frame blucerchiato a Empoli è la rete che si gonfia all’ultimo minuto grazie al rasoterra di Samuel Eto’o, che portò a un pareggio decisivo nell’Europa conquistata, con un po’ di fortuna, anche grazie alla giustizia sportiva. E un altro po’ di fortuna, alle 18, non guasterebbe.

Condividi
Articolo precedente
beretta lega serie aLega Serie A al fianco di WeWorld: NO alla violenza sulle donne
Prossimo articolo
Montella: «Alle spalle abbiamo l’Inferno: ora dobbiamo arrivare al Paradiso»