Viviano dispiaciuto per la parata? No, dispiaciuto per i gol subiti

viviano sampdoria convocati
© foto www.imagephotoagency.it

Per chi non avesse potuto seguire dallo stadio la partita tra Sampdoria e Fiorentina, avrà notato le allusioni al fatto che il “tifoso viola” Viviano si fosse rammaricato di aver parato l’ultimo tiro a Babacar: la realtà è ben diversa

Le allusioni riguardo la “fede viola” di Emiliano Viviano non rendono minimamente giustizia non solo alla professionalità del giocatore, ma anche al suo attaccamento alla Sampdoria e ai colori blucerchiati che ha tatuati anche sulla sua pelle. A chi non avesse seguito la partita allo stadio ma si fosse avvalso della diretta televisiva non sarà sfuggito il commento ironico su SkySport al termine del match, che alludeva ad un’insoddisfazione del portiere blucerchiato legata all’aver parato il gol della vittoria a Babacar negli ultimi secondi del match giocato a Marassi. Le immagini riprendono un Emiliano Viviano scuotere la testa, togliersi i guanti e parlare da solo dopo il triplice fischio finale: insoddisfazione, rammarico, dispiacere. Tutte sensazioni giuste, ma legate solo ed esclusivamente alle mancate parate sui gol subiti dalla Sampdoria: essendo un professionista serio, nonché un ragazzo legato ai tifosi blucerchiati a lui molti affezionati, non ama subire gol e soprattutto non alla fine di una partita che poteva sancire l’ennesimo trionfo blucerchiato e che invece è rimasta bloccata sul risultato di pareggio. Nessun rammarico da tifoso della Fiorentina, perché come già detto, anche se è la sua squadra del cuore, questo non ha mai influito e mai influirà sulla professionalità tra i pali della Sampdoria. Il rammarico è per gli errori e le indecisioni. Veniamo quindi alle “colpe” di Viviano a prescindere dall’avversario di oggi: sicuramente quella più evidente è l’essere fuori dai pali sul secondo gol della Fiorentina, mentre sul primo gol della squadra Viola è incolpevole, in quanto Gonzalo è a due passi e infila facilmente il pallone a rete. Da sottolineare che la Fiorentina poi colpisce anche due legni pieni, che Viviano ha fatto parecchie parate in due tempi e non è apparso lucido durante le uscite dai pali. Per fortuna arriva il riscatto alla fine, che compensa gli errori fatti in questa partita, con l’ultima parata su Babacar.

Condividi
Articolo precedente
pradè sampdoria ardaizPradè: «Saremo avvantaggiati l’anno prossimo»
Prossimo articolo
mantovani gradinata sud striscionePuggioni ricorda Mantovani: «Ti sarebbe piaciuto ciò che abbiamo costruito»