Viviano: «Nazionale? Rispetto la scelta del mister»

© foto www.imagephotoagency.it

Che stagione quella appena conclusa per Emiliano Viviano: più parate effettuate in Serie A, più rigori parati, se la Sampdoria è ancora in Serie A è gran parte merito dei suoi guantoni. A poche ore dall’inizio dell’Europeo non va via il rammarico per la mancata presenza del numero 2 blucerchiato tra i 23 Azzurri di Antonio Conte.

A riguardo, ai microfoni di Radio Bruno, ha parlato proprio il portierone blucerchiato:  «In questa stagione abbiamo fatto bene in tanti, come Marchetti. Io ho fatto il massimo per esserci, ma rispetto le scelte dell’allenatore. Bernardeschi? Avevo capito da tempo che aveva qualità differenti rispetto ad altri. Restare alla Fiorentina può essere importante per la sua crescita. Rui Costa futuro dirigente viola? Se lo vedo, svengo… È il mio idolo assoluto, per fortuna non ho letto per niente i giornali in questi giorni. Rapporto con Firenze? Cerco di portare sempre alto il nome della mia città, anche quando indosso altre maglie. Ho realizzato il sogno di giocare nella Fiorentina, ma ora sono in una piazza dove tutti mi vogliono bene e ne sono felice».

Condividi
Articolo precedente
Éder: «In Nazionale per quanto fatto negli ultimi 4 anni»
Prossimo articolo
Praet: l’Anderlecht respinge il primo assalto