Angelo Da Costa a disposizione di Mister Ferrara

© foto www.imagephotoagency.it

L’Angelo di porta ha scontato i tre mesi di squalifica comminatigli dalla Disciplinare a seguito dell’accoglimento del patteggiamento.

Tirato in ballo nell’inchiesta del calcioscommesse per fatti antecedenti alla sua esperienza alla Sampdoria, Da Costa venne deferito dal procuratore federale Stefano Palazzi il 26 luglio 2012.

Risale al 1 agosto 2012 l’accoglimento del patteggiamento che, oltre alla squalifica, condannava l’estremo difensore blucerchiato al pagamento di un’ammenda da 30.000 €. La motivazione? Omessa denuncia. Infatti, secondo il procuratore federale, Da Costa sarebbe stato a conoscenza delle manovre attorno ad Ancona – Grosseto per agevolare la vittoria dei toscani, che si trovavano nel pieno della corsa alla promozione, mancando di denunciare il fatto alle autorità competenti.

Nell’eventualità di una chiamata in nazionale per Sergio Romero, Mister Ferrara oltre a Berni, potrà contare anche sul numero 1 blucerchiato.

Articolo precedente
Biglietteria. E’ l’ora del Derby
Prossimo articolo
Sergio Romero convocato in Nazionale