Ferrara: “lavorare duramente per preparare la prossima gara”

© foto www.imagephotoagency.it

Ci si prepara a vivere un’intensa settimana in vista di Sampdoria-Palermo domenica alle 12.30, ennesima delicatissima sfida per i ragazzi di Ciro Ferrara, che mostra il suo rammarico per la sconfitta numero 6 in campionato e la disseziona così:

«L’Atalanta ha fatto un’ottima partita, soprattutto nel primo tempo. Abbiamo commesso per la prima volta un grave errore in avvio e l’abbiamo pagato caro. Non ci era mai successo, e non credo sia dovuto ad un’interpretazione errata della gara, si è trattato semplicemente di un infortunio» e prosegue:

“È difficile spiegare l’ennesima sconfitta, peraltro avvenuta ancora una volta con un solo gol di scarto.

Nella prima frazione abbiamo corso male, sprecando fiato ed energie. Davanti gli attaccanti devono invece muoversi di più, sono stati spesso anticipati, in questo modo hanno messo in difficoltà il resto della squadra. Le possibilità di pareggiare? Malgrado occasioni e legni, sul tabellino rimarrà scritto 1-2. Non devo ragionare su quello, perché il lavoro di un tecnico viene valutato in base ai risultati. In settimana bisognerà lavorare duramente per prepararci alla prossima gara”.

 

Nonostante il periodo di evidente difficoltà della Sampdoria, il tecnico si dimostra tranquillo sul proprio futuro a Genova, “Per quanto riguarda il mio futuro sono tranquillo, la società non ha fatto mancare il suo appoggio, lanciando messaggi positivi”, mentre dal punto di vista prettamente sportivo, il lavoro per il mister si fa molto duro: “devo capire cosa non va nei ragazzi, cosa li blocca. Certo, alcuni episodi non sono andati come avremmo voluto che andassero, ma ci abbiamo messo del nostro e ora dobbiamo fare un’analisi complessiva di questa situazione”.

 

Chiude la conferenza con un barlume di speranza:

“Trovo grande conforto nella serietà, nella professionalità e nella voglia di lavorare dei miei ragazzi, e questo mi fa ben sperare. Tuttavia dovrò entrare nella testa di alcuni di loro per capire che cosa in questo momento li mette in difficoltà, lavorando sulla paura, le incertezze e le lacune”.

E infine un giudizio su Icardi, entrato ieri nel secondo tempo disputando un buon spezzone di partita: “Icardi? È entrato molto bene, ha avuto un buon impatto sul match. È una delle nostre risorse e quando è stato utilizzato lo ha dimostrato”.

Articolo precedente
Risultati delle giovanili della Sampdoria
Prossimo articolo
Josip Ilicic, il ragazzo che non segnava da un anno