LAVAGNA TATTICA – Tanta densità in mezzo, il Torino non trova spazi

© foto www.imagephotoagency.it

Grazie al gran lavoro di Linetty e delle altre mezzali, la Sampdoria ha bloccato la manovra del Torino. Il 4312 ha funzionato

In Torino-Sampdoria, Ranieri ha optato per il rombo con Linetty e Thorsby mezzali. Questa disposizione tattica ha senza dubbio aiutato molto la fase di possesso, visto che i blucerchiati hanno riempito meglio il centro rispetto al 442, con più possibilità per i giocatori di associarsi tra di loro e fraseggiare sul breve. Ramirez e gli attaccanti sono parsi a loro agio.

Tuttavia, questa mossa ha dato anche tanta solidità in fase di non possesso al Doria, evidenziando i grossi limiti del Torino quando bisogna attaccare una difesa schierata. Col 4312, la Sampdoria ha schermato bene le zone centrali del campo: Verdi e Berenguer agivano tra le linee in una posizione molto stretta, ma i blucerchiati hanno ben coperto le soluzioni di passaggio verso i fantasisti granata, quasi mai imbeccati dal Toro. Nella slide sopra, si vede la fase di non possesso della Sampdoria. Squadra molto corta e compatta, col Torino che non trova spazi e non ha modo di verticalizzare. I granata sono costretti ad allargare sui quinti, ma Bereszynski è tempestivo e aggressivo nell’uscire su Ola Aina. Ranieri ha creato un imbuto centrale su cui il Torino è sbattuto. Oltre all’attenzione difensiva, va segnalata l’intensità del centrocampo blucerchiato: Linetty e Ekdal hanno effettuato complessivamente 13 contrasti, che provano il gran lavoro compiuto dal reparto.