Sampdoria, Marin o Candreva? Chi è meglio per Ranieri

Share

Carlo Osti, direttore sportivo della Sampdoria, ha chiarito che il sì di Candreva potrebbe chiudere all’arrivo di Marin: quale operazione conviene ai blucerchiati

Carlo Osti, direttore sportivo della Sampdoria, ha chiarito il punto sulla questione Antonio Candreva e Antonio Marino. L’arrivo del primo chiuderebbe la porta al trasferimento del secondo. Ma quale operazione è veramente conveniente per la Sampdoria e Claudio Ranieri? Sono due operazioni completamente diverse e che portano con sé corollari ben precisi.

Candreva è, economicamente, un suicidio di mercato. La proposta sul tavolo è 1,5 milionidi euro (tra fisso e bonus), già ampiamente oltre i parametri societari. Il calciatore però ha esperienza, conosce la Serie A e potrebbe fare molto comodo a Ranieri. Per Marin invece si ragiona sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto (formula perfetta per la Sampdoria). Il ragazzo è un talento in crescita, una potenziale plusvalenza, un’operazione totalmente in linea (economicamente) con la strategia della società blucerchiata. Di converso c’è l’esperienza, perché Marin sarebbe un’incognita per Ranieri e servirebbe più tempo per integrarlo negli schemi del tecnico.


Pubblicato da
Francesca Faralli

Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più